Home / BLOG / Noi crediamo, benvenuti Alto Canavese Games!

Noi crediamo, benvenuti Alto Canavese Games!

Noi crediamo, benvenuti Alto Canavese Games!
Scriveva F.W. Nietzsche: “Noi crediamo che la favola e il gioco appartengano alla fanciullezza: miopi che siamo! Come se in una qualsiasi età della vita potessimo vivere senza fiaba e senza gioco!…” Sino dalle origini gli esseri umani hanno sempre dato molta importanza all’attività fisica nel gioco. La letteratura antica ci tramanda la necessità del gioco come attività fondamentale per la crescita della persona, per la sua maturazione. Pensate che nell’Antica Grecia l’educazione, attribuiva infatti un grande valore all’esercizio fisico e alla competizione agonistica, nel corso della quale era il singolo individuo a sfidarne un altro per affermare la propria superiorità, il proprio onore il tutto regolato da regole, infatti per Aristotele la società è un grande gioco, nel quale ogni pezzo si muove secondo regole predeterminate. Il gioco è alla basa della società e della cultura, perché con il gioco si rafforza l’umana convivenza, e gli animali non hanno aspettato che gli uomini insegnassero loro a giocare. Gli animali giocano proprio come gli uomini e noi oggi tecnologicamente evoluti abbandoniamo deliberatamente le nostre attività serie e decidiamo con il gioco di entrare in un’altra dimensione. Se ci poniamo davanti ad una scacchiera, oppure in un prato e iniziamo a giocare. Perché il gioco fa parte della nostra umana natura, ci serve per socializzare con i nostri simili, imparare per competere in maniera incruenta. Il gioco è uno dei prerequisiti della socievolezza. La socievolezza è una delle basi della nostra società umana e molte volte si manifesta, attraverso forme apparentemente superficiali come lo sguardo, il gesto, le forme di cortesia, la conversazione casuale e anche frivola, la disponibilità a incontrarsi con l’altro e a entrare con lui in rapporti di dialogo. Nel gioco siamo socievoli e siamo tutti uguali, specialmente in quello di squadra è il lavoro del gruppo che porta alla vittoria non il virtuosismo del singolo. I giochi Alto Canavese Games, nati negli anni novanta tra i Comuni della Comunità montana Alto Canavese e adesso dopo un periodo di letargo ritornati in auge si propongono, come i mai dimenticati Giochi senza Frontiere, di mettere in competizione diverse Comunità con lo scopo di valorizzare il territorio e permettere una maggiore conoscenza tra i vari paesi attraverso il gioco, per socializzare nel divertimento e l’apertura verso gli altri. Certo strettamente legato al gioco è il concetto del vincere. Vincere è risultare superiore nell’esito di un gioco, ma non conta solo il vincere in se ma vincere nella stima degli altri concorrenti, ottenendo onore. Per vincere bisogna gareggiare con la forza fisica unita alla destrezza, con sapienza nel dosare le forze, insomma anche con arguzia. Alcuni dei giochi saranno infatti la corsa delle carriole, corsa dei sacchi e l’immancabile tiro alla fune. Ma quest’anno le 12 squadre concorrenti si misureranno anche con giochi da “Favola”: Cappuccetto Rosso e la NonnaBike, Bubble Crash, Alice nel paese delle meraviglie, Bee Movie e così via. A Favria sono aperte le convocazioni per chi fosse interessato a partecipare. L’associazione Ape Games vi aspetta sabato 11 maggio nel pomeriggio nel campo sportivo Parco Bonaudo dallo ore 15,00 alle ore 19,00. Potrete provare alcuni dei giochi che verranno proposti nella tre giorni, 14-15-16 giugno ed essere selezionati per partecipare per la nostra squadra. E allora…. Forza! cosa aspettate? Accorrete numerosi, per formare la squadra di Favria. Servono tutti, anche Tu! Che vinca il migliore e sinceramente mi auguro che vinca Favria! Forza Favria!
Favria 7.05.2019 Giorgio Cortese

Nella vita di ogni giorno la gentilezza è il linguaggio che il sordo può sentire e il cieco può vedere. E allora diamo un segno tangibile, vieni a donare venerdì 10 maggio a Favria cortile interno del Comune ore 8-11,20. Abbiamo bisogno di Te!

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

SAN GIORGIO. Le Tre Terre Canavesane saranno a “Comuni in Festa”

Le Tre Terre Canavesane parteciperanno a Comuni in Festa. E’ questo l’annuncio fatto nel corso …

CHIVASSO. Martina Artusato ci fa entrare nel suo mondo… quello dei libri e dei più piccoli (VIDEO)

Martina Artusato è la titolare della libreria “Fiabolla” di via dell’Asilo 3/D, una giovane donna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *