Home / Dai Comuni / Nasce il gruppo consiliare “Per il Tuo Paese – Rispetto e Libertà”

Nasce il gruppo consiliare “Per il Tuo Paese – Rispetto e Libertà”

Si scioglie il gruppo di minoranza “Per il Tuo Paese – Rispetto e Libertà” e se ne forma una nuovo chiamato “Ambiente e Salute – Non bruciamo la Valle Dora” con un impronta più ambienalista. Lo comunicano i componenti stessi (Massimo Stevanella, Piera Anna Quercia e Giovanni Andrina) in una lettera inviata al sindaco Elena Parisio. “Il nuovo gruppo – sottolineano – è aperto a tutti coloro che condividono la posizione di fondo richiamata nel nome medesimo, fortemente contraria all’incenerimento dei rifiuti ed antitetica a quella del Vicesindaco (che aveva dichiarato nella precedente seduta del Consiglio di essere favorevole all’incenerimento degli stessi) da cui prendiamo nettamente le distanze. Siamo contrari alla costruzione di un inceneritore a confine con il territorio di Quassolo, a poche decine di metri dalle prime case del paese, nell’area non ancora bonificata dall’inquinamento della ex Novelis” I Consiglieri additano la “gravità della dichiarazione di Blanc a danno dell’ambiente e della salute dei cittadini, non solo Quassolesi (i più esposti) ma di tutta Valle Dora da Carema a Montalto ed oltre”. “Tutte le Amministrazioni della Valle Dora, compresa Quassolo e ad eccezione solo di Borgofranco e Tavagnasco – proseguono Stevanella e colleghi -, hanno deliberato assumendo una posizione fortemente critica e preoccupata nei confronti del Pirogassificatore sperimentale autorizzato dalla Provincia. Occorre dare nuovi impulsi al processo di collaborazione fra gli Amministratori per contrastare la costruzione di impianti sulla pelle dei cittadini, senza neppure consultarli tramite un Referendum”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Previsioni…. Nel 2020 la Lega potrebbe perdere tre consiglieri e un assessore…

Gli “arrabbiati”. Così li avevamo ribattezzati. “Arrabbiati” per una maggioranza che non li rappresentava e …

LIVORNO FERRARIS. Ferì figlia perché faceva l’occidentale, condannato padre

El Mustafa Hayan, il cittadino marocchino che lo scorso marzo aveva tentato di investire la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *