Home / Dai Comuni / MONTEU PO. Il sindaco Covacci ci deve rispettare
scuola elementare
La scuola elementare di Monteu da Po

MONTEU PO. Il sindaco Covacci ci deve rispettare

Non c’è un bel clima in Consiglio comunale a Monteu da Po.

Lo certifica il fatto che, come suggerito dal segretario comunale durante la seduta della scorsa settimana, alla prossima occasione sarà richiesta la presenza della “forza pubblica”. I carabinieri, per intenderci.

Tra la neo amministrazione di Vittorio Covacci e l’opposizione di Laura Gastaldo non corre buon sangue.

E il dibattito dell’altra sera l’ha dimostrato una volta di più: le interrogazioni all’ordine del giorno e i punti in discussione sono stati esauriti nel tempo di un amen. O, meglio, come denuncia l’opposizione, senza alcun tipo di confronto o dibattito.

I consiglieri Laura Gastaldo e Marco Ferrero hanno infatti preso carta e penna e messo a verbale, pardon agli atti del Comune, tutto il loro malessere per il clima che si respira in sala consiliare.

Sentite un po’ qua: “Non è chiaro se il sindaco vuole prendere in giro l’intelligenza del gruppo di minoranza – inforcano Gastaldo e Ferrero dopo le risposte evasive ricevute alle interrogazioni e il ‘non-dibattito’ sul nuovo statuto di Seta – oppure se non è in grado di fornire risposte oppure se non ha ancora interiorizzato che ricopre una carica istituzionale e, che piaccia o no, deve interfacciarsi con tutti, senza nascondersi dietro a finte risposte”.

Durante il dibattito consiliare, Covacci ha bollato come piene d’accidia le interrogazioni mosse dall’opposizione. E, quindi, per questo, s’è rifiutato di rispondere. “Accidia – continuano Gastaldo e Ferrero? Non capiamo che cosa non tolleri il sindaco, anche perché non c’è traccia d’accidia nelle nostre interrogazioni. E’ vergognoso un comportamento del genere, è un insulto all’intera popolazione. Ci riserviamo di agire coinvolgendo gli organi preposti perché tali azioni non sono solo inaccettabili, ma sono totalmente scorrette. Continueremo a presentare le nostre interrogazioni, perché questo è il ruolo che spetta all’opposizione e perché una risposta del sindaco è nell’interesse dell’intera cittadinanza, non certo solo nostro”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Scritte razziste in via Olivetti! Parla la ragazza presa di mira

Via da me i negri e le negre”, la scritta – incredibile ma vero –  …

VEROLENGO. La scomparsa di Pino Ricchiuti scuote l’intera comunità

“Pino era una persona buona, che il suo tempo lo dedicava  agli altri. E forse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *