Home / BLOG / MONTEU DA PO. Sedici tigli di sessant’anni saranno abbattuti
Monteu da Po
I tigli a Monteu da Po

MONTEU DA PO. Sedici tigli di sessant’anni saranno abbattuti

Sedici tigli di sessant’anni verranno abbattuti nei prossimi giorni a Monteu da Po. Sono quelli che costeggiano la strada provinciale 105 dall’incrocio di San Giovanni fino all’ingresso in località San Grato. L’ha deciso la Città Metropolitana di Torino, che ha competenza in materia, dopo aver acquisito l’esito di una perizia eseguita nelle ultime settimane. Gli alberi sono stati classificati in classe “D”, ossia “di propensione al cedimento meccanico”. “Al momento dell’indagine – si legge nella definizione della classe D – manifestano segni, sintomi o difetti gravi, riscontrabili con il controllo visivo e di norma con indagini strumentali. Le anomalie riscontrate sono tali da far ritenere che il fattore di sicurezza naturale dell’albero si sia ormai esaurito”.

Ogni intervento di riduzione della pericolosità potrebbe dunque non essere efficace. S’è così stabilito di abbattere le piante. “I tigli furono acquistati nella primavera del 1954 dalla Ditta Nicola Pompilio di Verrua Savoia – spiega il primo cittadino di Monteu da Po, Laura Gastaldo -. All’epoca il sindaco era Giuseppe Bava. Il Comune investì 540 lire per ciascun tiglio, per un totale di 85 piante. L’esito della relazione dell’agronomo incaricato dalla Città Metropolitana ovviamente non può che far dispiacere: dispiace per le piante, ma anche per l’impatto visivo che si avrà all’ingresso del paese…”.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

Una navetta sostituisce la ferrovia Torino-Ceres da Venaria

Dal 25 agosto la linea treno Sfma, l’ex Torino-Ceres, si ferma a Venaria; per il …

SETTIMO TORINESE. Brovarone & friends, ieri e oggi

L’amicizia vera, quella di lunga data, che resiste al tempo esiste davvero… Ivano Brovarone, nato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *