Home / BLOG / MONTANARO. Ponchia sul cantiere della discordia: “Lenti, ma bravi”
Mamma con passeggino in via Cesare Battisti

MONTANARO. Ponchia sul cantiere della discordia: “Lenti, ma bravi”

Il cantiere c’è, i disagi anche, ma l’immagine della mamma che spinge il passeggino su quel primo tratto di marciapiede già concluso è sufficiente, per il sindaco Giovanni Ponchia, a mettere la parola fine a tutte le polemiche. “Sapevo che ci sarebbero state discussioni. Mi aspettavo i malumori. Ma riqualificare via Cesare Battisti era necessario”. Il primo tasto su cui batte il sindaco, però non è mai stato messo in discussione. Qui, lungo la via più commerciale di Montanaro, ne sono tutti ben consapevoli. A lavori ultimati, questa strada che, dalla stazione porta dritto in piazza Massa, sarà un gioiello. Tutti lo sanno. Quel che preoccupa, e tanto, molti dei negozianti che dietro le reti del cantiere hanno la loro attività, sono i tempi. Nessuno, o quasi, crede che entro ottobre sarà tutto finito. E allora? Ponchia allarga le braccia:

Sei arrivato fin qui

Oramai un numero sempre più grande di cittadini si informa attraverso la rete, senza dover pagare nulla. La verità è che fare informazione e farla bene, essere liberi e indipendenti, ha un costo e non sempre della “rete” ci si può fidare. Se ci leggi e ti piace quello che noi scriviamo puoi aiutarci a continuare a fare il nostro lavoro per il prezzo di un caffè alla settimana. E se credi che l’informazioni sia anche uno strumento di libertà puoi aiutarci come “sostenitore” abbonandoti a “La Voce Più”.

Infinitamente grazie,
Liborio La Mattina
Direttore Responsabile La Voce

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

IVREA. Dalla giunta del cambiamento alla giunta demo-pluto-giudaico massonica

Quando le voci cominciano a rincorrersi, insieme ai sorrisetti e ai mugugni qualcosa sotto c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *