Home / BLOG / MONTANARO. Il piano di Ferro per Città Futura
silvano ferro
Silvano Ferro

MONTANARO. Il piano di Ferro per Città Futura

Silvano Ferro lo dice chiaro e tondo: “Città Futura non deve essere liquidata. L’asilo nido, la farmacia comunale e le aree cimiteriali di proprietà della società devono, e possono, essere salvati”. L’appello del capogruppo della lista civica “Montanaro Domani” si traduce in un avero e proprio “business plan”, presentato in occasione di una conferenza stampa. Una vera e propria pianificazione strategica volta ad evidenziare i punti di forza, le debolezze, le opportunità ed i fattori di rischio delle possibili soluzioni alternative alle vendita. “Siamo convinti che Città Futura possa ritornare a garantire sia un’elevata qualità dei servizi offerti ai cittadini, sia l’erogazione di tali servizi ad un prezzo politico. Questo, però, non si può verificare se la società continua ad essere amministrata dal comune. Ancora meno se venisse liquidata”. Per questo motivo, l’unica soluzione possibile sarebbe la trasformazione della società in azienda speciale. Il tutto mantenendo in vita l’asilo nido e la farmacia comunale e tutelando il posto di lavoro dei dipendenti. “Addirittura il Comune potrà riassorbire il personale”. Questo grazie ai pensionamenti ed alla rimozione del blocco delle assunzioni imposto dagli enti locali che avverrà dopo il 2016. “Le passate amministrazioni – continua Ferro – hanno fatto scelte poco oculate giungendo a pagare interessi di mora altissimi, con tassi d’interesse pari al 5% e con il conseguente esborso di grandi somme di denaro. La nostra proposta, oltre ad evitare un ulteriore spreco di denaro pubblico, avrebbe anche altri vantaggi”. Il ritorno della farmacia nei locali di proprietà attualmente svalutati attraverso il piano di vendita, la presenza di un presidio socio-sanitario territoriale, la tutela dei posti di lavoro. Infine, conclude il consigliere: “A fronte dell’esiguo investimento richiesto, 30 mila euro all’anno, Montanaro otterrebbe un’entrata cospicua e rientrerebbe in possesso di parte dei beni immobili, ora destinati a Città Futura”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

BAIRO. Il Presidente della Repubblica Mattarella scrive agli ospiti del Residence del Frate

Tra le tante lettere che ogni giorno arrivano al Residence del Frate, storica struttura di …

VOLPIANO. Il Comune aderisce alla rete di Avviso Pubblico

Il Comune di Volpiano ha rinnovato l’adesione ad ‘Avviso Pubblico’, la rete di enti locali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *