Home / In provincia di Torino / Montalto Dora–Quassolo. Ai disoccupati un aiuto ai seggi
I consiglieri di minoranza Massimo Stevanella e Giovanni Andrina
GIi ex consiglieri di minoranza Massimo Stevanella e Giovanni Andrina

Montalto Dora–Quassolo. Ai disoccupati un aiuto ai seggi

 Il Capogruppo di minoranza a Quassolo, Massimo Stevanella, ha chiesto che la Commissione Elettorale Comunale di Quassolo, di cui fa parte, e quella di Montalto Dora, dove risulta candidato a Sindaco per la lista 2 “Ambiente e Salute”, adottino gli stessi criteri già adottati da quelle di Torino e di Asti, che hanno deciso di dare precedenza ai disoccupati iscritti al Centro per l’Impiego della Provincia di Torino, nelle nomine degli scrutatori in vista delle prossime elezioni del 25 maggio.

Secondo l’interessante proposta avanzata da Massimo Stevanella, se i disoccupati saranno in numero superiore a quello occorrente, si procederà al sorteggio, mentre se saranno in numero inferiore, per i posti rimasti da assegnare, il sorteggio avverrà tra tutti i rimanebti nominativi iscritti all’Albo degli scrutatori del Comune. “Il perdurare della grave crisi economica – motiva Stevanella – impone soprattutto alle Istituzioni di guardare con priorità a quella parte della popolazione che più soffre, in particolare a chi oggi è in cerca di lavoro. Questi “nuovi poveri” – conclude il Capogruppo di “Ambiente e Salute” – potrebbero, nel caso venisse accolta la mia proposta, avere un piccolo ma concreto aiuto economico“.

Effettivamente si trattatterebbe di istituire un meccanismo di selezione che potrebbe essere adottato per tutte le future consultazioni elettorali e che permetterà di dare priorità ad una parte importante delle fasce più deboli della popolazione.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Laboratori lager, 150 euro mese per lavorare come schiavi

Condizioni di lavoro disumane, paghe da fame, turni massacranti. Una trentina di operai, cinesi, italiani …

polfer

CHIVASSO. Furti rame su tratte Fs, tre denunce in Piemonte

Diciannove ispezioni, 62 persone controllate, tre denunce. Sono i numeri del settore piemontese di Oro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *