Home / Italia / MILANO. Delitto Caccia: indagine sull’ex di Prima linea. Il 13 marzo depone il pentito
Bruno Caccia

MILANO. Delitto Caccia: indagine sull’ex di Prima linea. Il 13 marzo depone il pentito

L’ex collaboratore di giustizia Vincenzo Pavia verrà sentito come testimone, in sede di incidente probatorio, il prossimo 13 marzo dal gip di Milano Stefania Pepe nell’ambito del filone di indagine a carico dell’ex militante di Prima Linea Francesco D’Onofrio sull’omicidio del procuratore di Torino, Bruno Caccia. Indagini che sono state avocate nel novembre dello scorso anno dalla Procura generale di Milano, che ha preso in carico il caso dopo la richiesta di archiviazione della posizione di D’Onofrio da parte della Procura milanese. Il giudice ha accolto la richiesta del sostituto pg Galileo Proietto di sentire Pavia chiedendogli di riferire se, all’epoca dell’omicidio del magistrato, ucciso nel giugno 1983, D’Onofrio “frequentava il gruppo dei calabresi facenti capo a Domenico Belfiore o se comunque è mai stato notato con appartenenti al predetto gruppo”. Per l’omicidio di Bruno Caccia è stato condannato in via definitiva, come mandante, Domenico Belfiore, boss della ‘ndrangheta e a capo dell’omonimo clan. Nel febbraio scorso, la Corte d’Assise d’Appello di Milano ha confermato la condanna al carcere a vita per Rocco Schirripa, panettiere 65enne ritenuto il presunto esecutore materiale del delitto del magistrato.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

ROMA. Sindaci contro Salvini; Orlando, pronto rivolgermi a Tar

I sindaci passano dalle parole ai fatti dopo la circolare del Viminale “anti balordi” e …

discarica

ROMA. Emergenza rifiuti, tra 2 anni tutte le discariche piene

Solo due anni: è questo l’orizzonte di vita delle discariche del nostro Paese. Dopodiché saranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *