Home / Eventi / MAZZE’. Riprendono le conferenze di Via Romea Canavesana

MAZZE’. Riprendono le conferenze di Via Romea Canavesana

Venerdì 9 marzo a Mazzè riprende il ciclo di conferenze di Via Romea Canavesana “Res Cottidianae et Clarae Personae”. “Lungo la Via Romea Canavesana: monumenti, paesaggi, storia di nomi dei luoghi”, questo il titolo scelto per l’appuntamento d’esordio del nuovo anno del ciclo di conferenze “Res Cottidianae et Clarae Personae”, promosso da Via Romea Canavesana onlus.  Che cos’hanno in comune Tonengo e Bollengo, o l’antica Uliacco con Lugnacco e Drusacco? A queste e altre domande risponderà l’incontro di venerdì 9 marzo alle 21 presso la Sala consigliare del Comune di Mazzè, che patrocina la serata. Ideato da VRC con i sodalizi mazzediesi Mattiaca e “Mondino”, sarà a cura di Giorgio Cavaglià, con Danilo Alberto e Mario Fogliatti.

Un filo rosso si snoderà tra luoghi, paesaggi e monumenti dalla Valle d’Aosta al Vercellese, e sarà quello dei nomi delle diverse località, che ne rivelano l’origine e l’affascinante storia. Un viaggio per parole e immagini, percorrendo le antiche strade tracciate sin da tempi remoti, percorse da pastori e contadini, artigiani e mercanti, servi e signori, avventurieri e soldati, artisti e pellegrini, profughi e migranti. Relatore: professor Giorgio Cavaglià (in foto) Storico ed archeologo canavesano, ex docente di Storia e Letteratura italiana.

La sua pubblicazione “Contributi sulla romanità nel territorio di Eporedia” (1998), può a ragione esser considerata il testo di riferimento per gli studi archeologici in territorio canavesano. Notevoli e numerosi sono i suoi contributi in articoli e pubblicazioni che spaziano dal periodo neolitico fino all’età medievale.

È attualmente presidente dell’associazione archeologica “Francesco Mondino” ed è stato cofondatore e vicepresidente per il territorio canavesano di Via Romea Canavesana onlus.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *