Home / BLOG / MAZZÈ. Passa attraverso il Canavese la truffa delle case vacanza

MAZZÈ. Passa attraverso il Canavese la truffa delle case vacanza

Qualche lavoretto saltuario tra cui anche l’attività di commesso in un centro commerciale chivassese, ma con la truffa nel sangue. Massimo Traina, 46 anni, residente a Ciriè, già recidivo, è nuovamente imputato a Ivrea per aver “bidonato” decine e decine di persone. Inseriva in rete annunci di case in affitto. Alloggi, però, inesistenti. O comunque non disponibili. Bastava una carrellata di foto sul sito subito.it ed una descrizione accattivante per attirare in trappola le persone e dopo aver intascato la caparra attraverso una ricarica sulla PostePay, spariva.

Sei arrivato fin qui

Oramai un numero sempre più grande di cittadini si informa attraverso la rete, senza dover pagare nulla. La verità è che fare informazione e farla bene, essere liberi e indipendenti, ha un costo e non sempre della “rete” ci si può fidare. Se ci leggi e ti piace quello che noi scriviamo puoi aiutarci a continuare a fare il nostro lavoro per il prezzo di un caffè alla settimana. E se credi che l’informazioni sia anche uno strumento di libertà puoi aiutarci come “sostenitore” abbonandoti a “La Voce Più”.

Infinitamente grazie,
Liborio La Mattina
Direttore Responsabile La Voce

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Sparato un proiettile contro l’abitazione di una coppia di commercianti

Un solo sparo, in pieno giorno, contro la porta della villa di una coppia di …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Un commento

  1. Ma si sa che internet è pieno di truffatori, ma controllare prima no eh?? Io controllo sempre su google o tellows, mica voglio farmi fregare come un pollo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *