Home / In provincia di Torino / MAZZE. Il Palaeventi potrebbe non essere a norma

MAZZE. Il Palaeventi potrebbe non essere a norma

Il Palaeventi di frazione Tonengo potrebbe non essere conforme alle nuove normative antisismiche. La questione è stata sollevata giovedì pomeriggio in consiglio comunale a fronte dell’approvazione di una variazione al bilancio per 2 mila e 500 euro, costo della parcella da pagare alla ditta Idea Pro di Mazzè a cui l’amministrazione di Marco Formia aveva affidato l’incarico di svolgere la perizia.

Il Palaeventi è una struttura situata all’interno dell’area sportiva e comprende una salone utilizzato dalle associazioni per le loro iniziative, sagre, cene ma anche concerti e il bar “Il Punto”, vuoto da un anno. “La relazione del professionista deve ancora arrivare – precisa il sindaco – ma vorrei tranquillizzare la popolazione. La struttura non è a rischio crollo. Sia ben chiaro. I pilastri che sorreggono la struttura sono conformi. Il ferro è a norma così come il cemento armato. Il problema, secondo le nuove normative, è che i pilastri dovrebbero essere collegati tra loro anche alla base e non solo in superficie. Ma aspettiamo ancora di leggere la relazione. Solo così potremmo entrare nell’ottica di eseguire i lavori. Opera che avrà un costo non indifferente”.

Il primo cittadino si è poi rivolto ai due consiglieri seduti all’opposizione, Stefano Anzola e Alessandro Arnodo, entrambi ingegneri civili. Li ha invitati a leggere la relezione della perizia per eventuali consigli.

Più tranchant Danilo Piretto, che dai banchi dall’opposizione ha consigliato piuttosto di radere al suolo la struttura e al suo posto fare un’area verde: “Visti i costi per la messa a norma e il bar vuoto, sarebbe meglio buttarla giù…

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *