Home / In provincia di Torino / MAZZE’. La centrale sulla Dora Baltea frutterà 286 mila euro
mazze
Il Castello di Mazzè, simbolo del paese

MAZZE’. La centrale sulla Dora Baltea frutterà 286 mila euro

La centrale idroelettrica sulla Dora Baltea risultava sconosciuta alle casse comunali. Non siamo nel campo dell’evasione fiscale. Per carità. Ma quella centrale di proprietà della Regione Piemonte e gestita dal bacino Ovest Sesia, risultava al catasto classificata nella categoria degli “Impianti non produttivi” e perciò non pagava l’Imu.

Da oggi, invece, è diventata una risorsa. Grazie al sindaco Marco Formia, che insieme all’ufficio tecnico del Comune di Mazzè, ha effettuato alcune verifiche catastali riclassificando quell’impianto nella categoria “Impianti produttivi”. L’accertamento ha riguardato gli anni dal 2011 ad oggi e ha permesso di introitare 286 mila euro di Imu, soldi che la coutenza si è impegnata a versare a rate.

L’annuncio è stato dato dal primo cittadino mercoledì sera nella sala consiliare, durante una serata organizzata con i cittadini. Una riunione promossa per spiegare alla popolazione quanto sin qui è stato fatto dall’amministrazione mazzediese.

In quella sede il primo cittadino ha raccontato tutte le operazioni finanziarie affrontate e portate a termine. “Quando ci siamo insediati il Comune di Mazzè aveva un indebitamento pari a 6 milioni e mezzo di euro – ha spiegato – e siamo riusciti a ridurlo a 5 milioni e 400 mila. Entro la fine del mandato contiamo di scendere fino a 2 milioni di euro. Nonostante queste cifre potremmo ancora indebitarci fino al 10 per cento ma abbiamo deciso di non scegliere più questa strada perchè annualmente rimborsiamo mutui passivi pari a 330 mila euro”.

Durante la serata è stato anche affrontato il tema investimenti. L’amministrazione ha acquistato da Enel Sole tutti i pali dell’illuminazione pubblica, circa 1.200 su tutto il territorio.

Un acquisto necessario per sostituire tutte le lampadine con luci a Led e usufruire di un risparmio annuo pari a 15 mila euro sulla bolletta della luce. Inoltre il sindaco ha annunciato l’acquisto di un nuovo pulmino per lo Scuolabus e un’auto per il trasporto disabili da affidare all’associazione “Ancora”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Ambiente: Tlp, Ivrea verso futuro a emissioni zero

“La Regione intende valorizzare la proposta che prevede per tutto l’eporediese un futuro sostenibile a …

IVREA. La vertenza appalti pulizia poste finisce in tribunale

Nel giorno in cui scendono in piazza i circa cento lavoratori sardi della Manitelidea spa, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *