Home / BLOG / MAZZE’. IdroMazzè chiusa, la Regione dorme
mazzè
Mauro Barberis

MAZZE’. IdroMazzè chiusa, la Regione dorme

Non c’è pace per gli operai dell’IdroMazzè. Dopo la parentesi di due settimane fa in cui la centrale ha ripreso i lavori, da qualche giorno a questa parte le attività di produzione sono tornate nello stallo più totale. Come se non bastasse, a peggiorare la situazione si aggiunge il fatto che i lavori di ristrutturazione, che ufficialmente bloccano la produzione, non sono ancora ripresi. Incontri con la Regione, proprietaria degli stabili, incontri con l’azienda, appelli mezzo stampa e tavoli di discussione: a nulla sono serviti gli sforzi fatti fino ad ora: sul posto non c’è l’ombra di alcun operaio, mentre i lavoratori dell’IdroMazzè si interrogano ancora sul proprio futuro. L’unica azione concreta, finora, è stata quella presa da Marco Formia e Fabrizio Salono, sindaci di Mazzè e Villareggia, paesi confinanti con la centrale, di emanare una delibera in favore dei nove lavoratori. Una decisione importante, dal momento che con questo documento i due Comuni confermano la loro attenzione sulla vicenda e chiedono ufficialmente alla Regione Piemonte di poter partecipare ai prossimi tavoli di lavoro che saranno istituiti.

Il sostegno delle due amministrazioni – commenta il sindacalista Mauro Barberisfa sicuramente piacere e siamo lieti che qualcuno abbia fatto un passo verso di noi. Se basterà non lo so, anche perché ci stiamo sforzando di non abbatterci ma è difficile in queste condizioni. Al momento ci stiamo avvalendo di un vecchio contratto stipulato anni fa, contratto che praticamente ci vede svolgere il ruolo di guardiani della centrale a stipendio ridotto. Dire che siamo arrabbiati e tristi sarebbe riduttivo. Non solo l’azienda si rende latitante, dicendo che ha altri impegni improrogabili, ma anche la Regione ci sta lasciando soli, e forse la delusione più grande è questa. Ci aspettavamo qualcosa in più, visto che i locali sono di sua proprietà, ma evidentemente non è una loro priorità questa faccenda. Per noi invece lo è, e non solo speriamo, ma pretendiamo che qualcosa ci sia fatto sapere”.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

NERO

SAN RAFFAELE CIMENA. Perde il cane e scrive all’ordine dei veterinari: “Aiutatemi!”

E’ il 2 maggio quando Nero, un meticcio di tre anni, taglia media, per correre …

SAN MAURO. Ripartono gli allenamenti nelle palestre

Dopo settantacinque giorni di chiusura a causa del Covid-19, per la gioia di chi in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *