Home / Dai Comuni / MAZZE’. Convenzione con il Comune di Villareggia
marco formia
Marco Formia

MAZZE’. Convenzione con il Comune di Villareggia

La notizia circolava da tempo, ma solo ora è ufficiale: Mazzè e Villareggia avvieranno una collaborazione in ambito amministrativo. In accordo con la normativa statale che prescrive ai Comuni con meno di cinquemila abitanti di unirsi o, in alternativa, associare alcuni servizi entro il 31 dicembre, le due amministrazioni hanno scelto di gestire insieme alcune esigenze di primaria importanza. Non si tratterà di una fusione, dal momento che entrambi i paesi manterranno la propria autonomia, ma piuttosto di una convenzione, una sorta di “contratto” per cui nove servizi, come ad esempio l’ufficio tecnico o quello adibito al bilancio, saranno messi in comune. Un solo ufficio si occuperà della gestione condivisa delle mansioni, consentendo così un risparmio considerevole per casse comunali di entrambe le parti. Sulla carta un passo davvero importante dunque, anche se come spesso succede in questi casi i problemi si nascondono dietro l’angolo, come spiega il sindaco di Mazzè Marco Formia. Tempi ristretti, poca chiarezza sulle norme da seguire e fondi insufficienti. Questi sono solo alcuni dei limiti che tutti i piccoli comuni, Mazzè e Villareggia inclusi, si stanno trovando ad affrontare. “Il principio alla base dell’unione – spiega Formia – è sicuramente lodevole, dal momento che teoricamente potrebbero esserci vantaggi economici non trascurabili in relazione alle difficili condizioni in cui le amministrazioni si ritrovano ormai ad agire. Scendendo sul piano pratico, però, si incontrano difficoltà che non possono essere nascoste. Come tutti i comuni nelle nostre condizioni, stiamo trovando numerose difficoltà, e quasi sicuramente prima del termine fissato non riusciremo a completare tutti i passaggi. Non sappiamo ancora se per questa ragione andremo incontro a sanzioni, ma spero vivamente che la Regione si renda conto dei problemi che noi amministratori stiamo affrontando e che ci conceda quantomeno una proroga. Se gli enti superiori a noi che ci impongono queste scelte sono i primi a non avere le idee chiare e non ci danno l’appoggio di cui necessitiamo, credo che i problemi non avranno una soluzione di qui a breve”.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

CHIVASSO. Floriana Ferrero e i cavalli: una passione che diventa essenza stessa della vita

Come nasce una passione? Una passione di quelle che diventano motivo di vita e essenza …

IVREA. A spasso per la città che riprende vita con Rita (parte seconda)

A spasso per la città che riprende vita con la Signora  Rita Munari, parte seconda. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *