Home / Dai Comuni / Massimo Del Vago, sindaco a 5 stelle

Massimo Del Vago, sindaco a 5 stelle

Ladies and gentleman, ecco a voi il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Settimo: è Massimo Del Vago, personaggio stranoto in città, figlio del gioielliere Carmelo Del Vago, “grande vecchio”, quest’ultimo, della dinastia omonima e patron della Del Vago Gioielli, un autentico colosso del settore dei preziosi. La notizia filtra in via ufficiosa proprio dal gruppo degli attivisti, che ha designato Massimo Del Vago già da qualche settimana, sebbene non esista ancora un atto ufficiale che ratifichi la decisione. Per la verità il portavoce del gruppo, Mauro Mignani, smentisce che i grillini abbiano già individuato il loro leader. “È da prima delle ferie che non ci vediamo – abbozza – Ci incontreremo martedì sera e poi potremo dire qualcosa in più. Per il momento non ci sono candidature, qualcuno darà la propria disponibilità e poi l’assemblea degli attivisti, che conta 25-30 elementi, voterà”. Dichiarazioni ufficiali a parte, è tutto deciso. Perchè Del Vago è riuscito, in pochi mesi, a mettere d’accordo tutta la compagine locale del Movimento. Comparso alle riunioni plenarie, zitto zitto, a poco a poco ha conquistato la fiducia degli attivisti. Che lui stesso fosse un grillino, finora, non lo sapeva nessuno. Ciò che spiazza tutti è che il candidato designato dai Grillini è un pezzo da novanta. Quei furbacchioni del Pd, dopo che a maggio il nostro giornale aveva svelato le facce dei grillini settimesi, erano tutti lì belli e goduti a pregustarsi la campagna elettorale. Nell’elenco degli attivisti a 5 stelle emerso finora agli onori delle cronache, non c’era nessuno in grado di impensierire l’Invincible Armata Democratica: non potevano riuscirci Andrea Favilli, Anna Sanfilippo, Sandro Barollo, Gisella Presti, Cristiano Pieragnolo, Silvia Carniel, nè nessun altro fra i nuovi grillini. “Ce la dobbiamo giocare con questi? Ma è una pacchia!” si dicevano Corgiat e i suoi fino a oggi. E invece è probabile che le gambe di qualcuno in municipio da oggi cominceranno ad accusare i primi sintomi di tremarella. La mossa dei grillini di designare Del Vago è un vero colpo gobbo. Prima di tutto perchè è il classico personaggio che per storia familiare e personale può prendere uno sbaderno di voti. E poi perchè oltre ad essere un settimese doc, facoltoso e superattivo nella vita associativa locale, l’imprenditore è uno con delle idee, neanche tanto campate per aria. Basta cercare “Riforma MDV” su Google. Ed ecco spuntare un manifesto politico articolato, che comprende, fra le altre cose, una proposta di riforma della Costituzione Italiana. Opera di Del Vago. In parole povere l’imprenditore si è messo a riscrivere la Costituzione, e non è proprio un lavoro che si fa in un pomeriggio. Che vuol dire due cose. Primo: ha molto tempo libero. Secondo: ha una proposta politica che sicuramente non gli è spuntata in testa dalla sera alla mattina. Insomma, è uno che la testa la sa usare. Di qui a dire che Del Vago sia anche in grado di amministrare un comune come Settimo, ce ne passa. Ma ora il problema non è amministrare: è vincere le elezioni, o quantomeno arrivare al ballottaggio. E con lui in campo, Fabrizio Puppo dovrà sudare un bel po’. E va bene che è un maratoneta, però questa se la sarebbe tranquillamente evitata…

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Una navetta sostituisce la ferrovia Torino-Ceres da Venaria

Dal 25 agosto la linea treno Sfma, l’ex Torino-Ceres, si ferma a Venaria; per il …

SETTIMO TORINESE. Brovarone & friends, ieri e oggi

L’amicizia vera, quella di lunga data, che resiste al tempo esiste davvero… Ivano Brovarone, nato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *