Home / BLOG / Mappano Comune, obiettivo raggiunto!

Mappano Comune, obiettivo raggiunto!

Mappano è finalmente un comune autonomo. Non più un paese dilaniato dai confini di quattro diverse amministrazioni, un caso unico in Italia e forse al mondo. Il percorso che porterà all’autonomia è definitivo grazie alla legge, di cui sono primo firmatario, che è stata approvata la settimana scorsa con una larga maggioranza dal Consiglio regionale del Piemonte. Quando gli amici del comitato autonomista mi chiesero di presentare questa legge ho espresso subito qualche legittimo dubbio. Mi domandavo se era necessario costituire un altro comune. Mi chiedevo se era giusto seguire questa strada che poteva apparire l’apoteosi del campanilismo. Ma proprio approfondendo il caso mappanese ho maturato la convinzione che il nuovo comune non rappresenta un capriccio nè una battaglia di retroguardia; bensì l’unica soluzione ai problemi che i mappanesi denunciano da oltre 30 anni. Per un semplice motivo: non esistono situazioni paragonabili a quella di Mappano. E dunque in situazioni straordinarie servono misure straordinarie. Stiamo parlando di un caso unico perché Mappano è una comunità di circa 8 mila persone divisa in quattro comuni, con i concentrici distanti anche 7-8 chilometri e non raggiungibili con mezzi pubblici adeguati. I frutti della frammentazione sono sotto gli occhi di tutti. I Comuni hanno insediato a ridosso dell’abitato mappanese diverse aree industriali sfruttando proprio la particolare situazione di questa porzione di territorio. Inoltre non esiste un piano regolatore organico, non esiste un piano commerciale, quando viene applicato il blocco del traffico spesso capita che vi aderisca un comune e non un altro con la paradossale situazione che sarebbe impossibile attraversare la strada principale. Adesso il futuro di Mappano è in mano ai mappanesi. Un risultato raggiunto grazie alla netta affermazione delle istanze autonomiste al referendum dello scorso 11 novembre e con il contributo della classe politica regionale che ha finalmente accolto le richieste di un’intera popolazione che da tempo chiedeva solo di esercitare il proprio diritto attraverso l’istituto referendario.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

polizia municipale

TORINO. Fugge all’alt e automobile si ribalta, arrestato

E’ fuggito all’alt della polizia municipale, ha tentato di investire un agente, si è dato …

Mensam mea!

Mensam mea! Sono stato con dei cari amici a mangiare “Da Jacopo Via Fratelli Rosselli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *