Home / Torino e Provincia / Brandizzo / Malone, un intervento da 400 mila euro

Malone, un intervento da 400 mila euro

E’ giunto nei giorni scorsi, in Comune, il progetto definitivo in merito alla realizzazione di difesa spondale e ricalibratura del torrente Malone sul territorio che insiste sul comune di Brandizzo, predisposto dall’A.I.Po, Agenzia Interregionale per il Fiume Po. L’importo complessivo del progetto, nel tratto brandizzese, prevede un investimento di 400 mila euro. Per migliorare le condizioni di sicurezza in questo tratto del torrente Malone e la confluenza con Bendola e Malonetto verranno eseguiti i seguenti lavori: movimentazione e ricalibratura del materiale alluvionale in alveo, manutenzione delle difese spondali esistenti sconnesse, taglio selettivo della vegetazione in alveo mediante abbattimenti di alberi e decespugliamenti, realizzazione di nuove opere di difesa spondale con massi di cava previo recupero e ripristino dei massi esistenti e decespugliamento degli argini. Tutti gli interventi previsti rientrano tra quelli di manutenzione del territorio e delle opere di difesa esistenti quali elementi essenziali per assicurare il progressivo miglioramento delle condizioni di sicurezza e della qualità ambientale del territorio. La notizia è stata accolta con soddisfazione dai consiglieri comunali del gruppo dei Moderati. “Nello scorso mese di marzo ci eravamo fatti carico, con un’interrogazione all’attenzione dell’amministrazione, delle numerose segnalazioni di cittadini brandizzesi allarmati per lo stato in cui versa l’alveo del torrente Malone, che risulta notevolmente ridotto a causa dell’ alterazione degli argini e della presenza di sempre maggiori isolotti coperti di alberi e vegetazione spontanea, con conseguente rischio di forte esondazione in caso di piena – spiega il consigliere  -. Avevamo fatto rilevare la nostra preoccupazione per tale situazione di pericolo che perdura da parecchio tempo senza che sia stato fatto intervento alcuno”. Soddisfatto anche il capogruppo Giuseppe Deluca: “Sono ancora necessarie tutte le autorizzazioni del caso e, quindi, non si sa ancora quando potranno cominciare i lavori. Grazie al nostro interessamento, però, qualcosa si è mosso e il progetto definitivo è stato redatto ed approvato con la relativa copertura finanziaria e continueremo a vigilare sull’iter dei lavori”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. IoLavoro, c’è anche lo stand della polizia di Stato

IoLavoro, la manifestazione che mette in contatto imprese e persone in cerca di lavoro e …

FELETTO. Incendio danneggia sede federazione nazionale calcio balilla

Sono in corso le operazioni di spegnimento di un incendio che questa mattina, poco dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *