Home / In provincia di Torino / LOMBARDORE. Le maestre a Bili: “Aggiustaci l’asilo”

LOMBARDORE. Le maestre a Bili: “Aggiustaci l’asilo”

Il comune si è reso disponibile ad effettuare i lavori nel cortile della scuola materna. La scorsa settimana le maestre dell’asilo comunale Don Saudino, in via Giulio Costa 5, hanno scritto una lettera alla scuola e al comune per lamentare alcuni piccoli incidenti che sono capitati agli alunni  all’esterno della struttura. Sotto accusa finisce in particolare il selciato, in cui i bambini inciampano sovente cadendo e facendosi male. “Nella lettera le maestre hanno chiesto di mettere in sicurezza tutto l’impianto– spiega il sindaco Diego Bili alla fine del consiglio comunale-. Come il tappetino giochi, il ripiano delle colonne e via dicendo poiché nel corso delle ultime settimane, nelle giornate di sole, hanno portato i bambini in cortile e più volte sono caduti, facendosi male. Tanto che le maestre hanno deciso di non prendersi più la responsabilità di lasciarli giocare fuori, nonostante le belle giornate, finché il cortile non sarà sistemato. Il comune provvederà ad aggiustare l’impianto durante le vacanze estive, visto che mancano una ventina di giorni alla fine dell’anno scolastico (le attività didattiche termineranno il 30 giugno, ndr). Fino all’inizio del prossimo anno, quando saranno conclusi i lavori di modifica, i bambini non verranno più portati nella parte esterna della struttura”. Il sindaco ha precisato anche che la scuola materna lombardorese è da sempre un fiore all’occhiello del paese e non solo. “Il nostro asilo è tra i più belli di tutto il canavese- continua Bili-. Abbiamo già apportato delle modifiche nel 1995 e nel 2005 e siamo disponibili ad aggiustare il cortile per permettere alle maestre di poter far giocare i bambini in sicurezza e senza l’ansia che si facciano del male”. 

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *