Alberto Mancuso

La finestra sul mondo di: Alberto Mancuso

Home / BLOG / LEINI. Leini riavrà presto le sue campane?

LEINI. Leini riavrà presto le sue campane?

Don Pierantonio Garbiglia

Leini riavrà presto i rintocchi delle sue campane. 

Solo un mese fa, gli addetti ai lavori cominciavano a rimuoverle dalla torre dalla chiesa “Santi Pietro e Paolo”, sotto gli occhi vigili del parroco Don Pierantonio Garbiglia. Proprio lui, oggi, fa il punto della situazione relativa ai lavori di manutenzione, che dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno.

Questo è un cantiere da 4-6 mesi, i lavori vanno fatti d’estate – conclude Don Pierantonio-. Non possiamo iniziare il restauro finchè non arriverà il decreto di esecuzione della CEI (conferenza episcopale italiana), da Roma. C’è un ritardo di un mese e mezzo circa, il decreto potrebbe arrivare stasera come tra qualche settimana, non dipende da noi. Ricevuto il “via libera”, si andrà avanti a suon battuto. La fine dei lavori è prevista presumibilmente entro l’inverno di quest’anno”.   

La manutenzione però è già avviata e procede regolarmente.

“Sono iniziati i lavori che riguardano il ponteggio – spiega Don Garbiglia -. Un lavoro semplice, questo, sul lato della strada, che andrà avanti ancora per qualche giorno. Il ponteggio l’abbiamo fatto perché c’è ordinanza del comune per la messa in sicurezza”.

I leinicesi dovranno pazientare ancora qualche mese, dunque, prima di tornare a sentire quelle campane che da più di due anni non si sentono più. Problemi di vibrazioni, dovuti al forte suono. Perché, come spiega il parroco di Leini, il castello campanario “a suo tempo era stato costruito sui parapetti delle celle campanarie, facendo vibrare i mattoni, ma adesso arriveranno strumenti autoportanti e le vibrazioni non verranno scaricate sull’edificio”.

Riguardo ai lavori di risistemazione del campanile parrocchiale, il comune ha stanziato la cifra di circa 75 mila euro. Una parte, questa, dei 400 mila euro complessivi che serviranno alla parrocchia per rimettere a nuovo il simbolo religioso della cittadina dei Provana.

Commenti

Leggi anche

ROBASSOMERO. La patronale cambia “sede”

Si svolgerà in piazza degli Alpini la festa patronale di Robassomero, “Madòna ‘d Rubasomé”, in …

CIRIÈ. Arriva lo sportello del Centro Provinciale Istruzione Adulti

Il Centro Provinciale Istruzione Adulti da settembre diventerà operativo ufficialmente, con un nuovo punto di …