Home / In provincia di Torino / LEINI. Il sindaco querela i cittadini: “Frasi screditanti e discriminatorie”

LEINI. Il sindaco querela i cittadini: “Frasi screditanti e discriminatorie”

Non si sa chi. Non si sa perché. Quel ch’è certo è che ci risiamo. Per  la seconda volta, nel giro di 5 anni, l’Amministrazione guidata da Gabriella Leone ha deciso di querelare qualche cittadino di Leini.  Lo si evince dalla delibera di giunta approvata il 9 aprile, pubblicata pochi giorni fa sull’albo pretorio online. Un atto con il quale l’Amministrazione ha conferito l’incarico all’avvocato Giulio Calosso al fine di intraprendere “ogni azione giudiziale e stragiudiziale a tutela dell’Ente”.  Nella delibera non si fa il nome del “fortunato”, né viene citato cos’avrebbe scritto. Ma qualche informazione, la giunta, l’ha data. “Facebook è uno dei social media cui accedono un elevatissimo numero di soggetti. Viene utilizzato oltre che per attività ludiche, di passatempo, svago ed intrattenimento, anche per alimentare polemiche, contrasti e strumentalizzare situazioni altrimenti neutrali sui più svariati argomenti, ivi compresi quelli di natura politica – è scritto nella delibera -. Negli ultimi tempi sul citato servizio di rete sociale sono state pubblicate provocazioni, cui sono seguiti alterchi e dispute, fruibili da un elevato ed imprecisato numero di persone, aventi come oggetto il Comune di Leini”.  Nell’atto è inoltre spiegato che le frasi scritte lascerebbero “palesemente intendere che nell’ambito dell’Amministrazione comunale di Leini nonché dei Funzionari dipendenti possano essersi verificate sia ipotesi di reato di abuso d’ufficio, sia ipotesi di reato di corruzione”.  Insomma non si tratterebbe di veementi accuse rivolte alla giunta o al sindaco, ma ai dipendenti degli uffici. Affermazioni “allusive, intuitivamente screditanti e diffamatorie, posto che, insinuando il dubbio che l’azione amministrativa non rispetti i principi di legalità, imparzialità e di buon andamento, compromettono gratuitamente l’immagine dell’Amministrazione leinicese nel suo complesso”.

Il sindaco sporgerà querela nei confronti di chi ha scritto certe frasi nonché contro chiunque altro “sia concorso soggettivamente od oggettivamente a commetterli e che hanno diffamato questo Ente”.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

IVREA. Si ripete ‘Natale sicuro’ contro furti e truffe

La polizia di Ivrea riproporrà nel corso delle festività natalizie il progetto ‘Natale sicuro’: un …

SAN MAURO. Trasporti: Bus Company inaugura hub

Bus Company, operatore del trasporto pubblico regionale, che gestisce alcune tratte internazionali attraverso la piattaforma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *