Home / BLOG / L’eguaglianza

L’eguaglianza

Quasi quotidianamente una nuova statistica ci ricorda che le diseguaglianze sociali stanno crescendo, e che, anno dopo anno, il fossato fra ricchi e poveri si fa sempre più profondo. Ritengo che ci deve concentrare sull’immaginario dell’uguaglianza. L’attuale società si percepisce e si rappresenta come un “noi”, come una comunità di cittadini, come un popolo unitario, seppur talvolta lacerato da discordie interne. Proprio per questo, le tappe di ascesa della società dell’uguaglianza sono scandite ,più che da processi materiali, dai modi in cui l’uguaglianza è rappresentata e in cui viene a nutrire l’ideale democratico. In particolare, a partire dalla Rivoluzione francese l’uguaglianza risulta concepita come similarità, indipendenza e cittadinanza. E in questo modo il progetto dell’uguaglianza si afferma «con le sembianze di un mondo di simili, di una società di individui autonomi e di una comunità di cittadini». Oggi quell’immaginario va almeno in parte rivisto, e he la società degli uguali debba essere ripensata in termini di singolarità, di reciprocità e di “comunalità”. A cercare a tutti i costi l’uguaglianza intesa come distribuzione e non come relazione. Ma cerca anche di mettere in guardia dal processo di “denazionalizzazione delle democrazie”, e spinge i ceti più abbienti verso un atteggiamento di “separatismo sociale” e di progressiva chiusura. Non si tratta soltanto della protesta fiscale che mette in discussione il principio dell’imposta progressiva. Insomma i ricchi coltivamno la tentazione du una secessione , e questo processo rischia di mettere in discussione le basi stesse del “mondo comune”.
Favria, 23.05.2014 Giorgio Cortese

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

Santa Barbara!

Santa Barbara! Santa Barbara è ricordata invece non tanto nella memoria del suo giorno, il …

SCIOLZE. Cagno: “Opposizione troppo accomodante: mi dimetto!”

Dopo più di un anno dal primo insediamento nel nuovo consiglio comunale, la consigliera di minoranza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *