Home / Life & Style / Le confezioni alimentari: come si preparano

Le confezioni alimentari: come si preparano

Il packaging di un qualsiasi prodotto deve sottostare a una particolare normativa. Questa problematica si fa più complessa quando si deve confezionare un prodotto alimentare. Gli alimenti non solo non devono essere in alcun modo contaminati dalla confezione, ma la stessa deve anche preservarne la freschezza. Quindi come funziona il confezionamento? Quali sono gli strumenti e i materiali oggi impiegati dall’industria? Cerchiamo di spiegarlo in modo chiaro e breve.

Chi prepara le confezioni
Le confezioni di un prodotto alimentare sono solitamente preparate da un’azienda specializzata in questo tipo di produzione. Stiamo parlando di aziende che si occupano di produrre film plastici, sacchetti in vari materiali, anche accoppiati, confezioni di vario genere. In alcuni casi il film per la preparazione della confezione è inviato all’azienda che produce anche gli alimenti, in modo che li utilizzi all’interno del proprio ciclo produttivo e nel proprio stabilimento. Esistono però situazioni in cui le aziende preferiscono esternalizzare il processo di confezionamento. Di fatto quindi inviano il prodotto all’azienda di confezionamento, la quale dovrà garantire la perfetta conservazione dei prodotti, oltre che il corretto inserimento nelle confezioni. Chiaramente a seconda della tipologia di prodotto il confezionamento conto terzi offre sfide di vario genere, più complesse nel caso in cui il prodotto sia un alimento.

Cosa fa una confezione per alimenti
Il sacchetto, il packaging, la confezione di un alimento svolge alcuni compiti fondamentali. Il primo riguarda il mantenimento della freschezza e delle caratteristiche organolettiche del singolo alimento. Chiaramente a seconda delle peculiarità dell’alimento stesso saranno necessari materiali e tipologie di confezioni differenti. Diverso è insacchettare un cespo di lattuga o un croissant appena sfornato, è evidente. Oltre a questo la confezione non dovrà contaminare il contenuto, quindi non dovrà rilasciare alcun tipo di sostanza sull’alimento. Ci sono poi prodotti che necessitano di essere mantenuti lontano dall’aria, dalla luce, dal calore e così via.

Come si confezionano gli alimenti
In buona parte dei casi gli alimenti sono confezionati creando la confezione attorno agli stessi. Lo possiamo vedere in moltissimi alimenti, dai wurstel ai biscotti: la confezione si adatta alla perfezione al contenuto. Questo perché si utilizza un film plastico in bobina continua, che sarà tagliato e termosaldato attorno all’alimento da confezionare. L’intero processo avviene in appositi macchinari che permettono anche di mantenere l’integrità dell’alimento stesso. Può capitare che alcuni di questi macchinari per il confezionamento siano conservati in ambienti appositi, refrigerati o con bassa percentuale di ossigeno nell’aria, in modo da limitare l’ossidazione degli alimenti o l’esposizione al calore. Altri sacchetti invece sono preparati manualmente da operatori esperti, che vi inseriscono l’alimento. Lo si fa con prodotti alimentari che si possono facilmente rovinare.

I materiali utilizzati
Esistono tantissimi materiali utilizzabili per il confezionamento di prodotti alimentari. Si tende a prediligere la plastica; si tratta però di materiali plastici perfettamente idonei al contatto con gli alimenti, che non rilasciano sostanze nocive in alcuna fase della conservazione. Chiaramente poi è bene valutare caso per caso quale sia il materiale più indicato. Molte materie plastiche si possono accoppiare, creando di fatto un film con differenti caratteristiche chimico fisiche dai due lati.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Zanzarissima, Francesca: “Prendere, partire e mettersi in gioco”

Zanzarissima, Francesca: “Prendere, partire e mettersi in gioco: è questa la filosofia del brand”. “I …

Mascherine riutilizzabili: quali usare, come gestirle

Il virus Sars-Cov 2 è purtroppo ancora presente in Europa, Italia compresa. La protezione più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *