Home / Torino e Provincia / Chivasso / L’azienda apistica Condo, fiore all’occhiello della città
Maria Condo al lavoro nel suo laboratorio

L’azienda apistica Condo, fiore all’occhiello della città

Chi esce con l’auto da Castelrosso procedendo in direzione Casale Monferrato, entra subito in frazione Rolandini di Verolengo. Poche case, a ridosso della frazione chivassese. Ma se si pensa di essersi lasciati la città alle spalle, ci si sbaglia… Procedendo sulla provinciale 31 bis, infatti, passata località Sbarro Valentino, poco prima della rotonda per Verolengo, c’è una piccola strada sulla destra che conduce alla Cascina Neirole. Qui, ad una manciata di chilometri dal centro città – chissà per quale ragione poi -, ci troviamo di nuovo nel Comune di Chivasso. In quest’ultimo lembo del territorio comunale, poco distante dall’area fluviale del Po, dove la strada asfaltata finisce e cominciano le vie sterrate per i campi battuti dai trattori di giorno e dai cinghiali la notte, c’è un’attività che merita di essere considerata come un fiore all’occhiello della nostra città.

E’ l’azienda apistica di Maria Condo, cui è stato consegnato, per l’anno 2013, il riconoscimento di “Maestri del Gusto”. La Camera di Commercio di Torino, insieme a Slow Food e al Laboratorio Chimico camerale, contro il consumo veloce e distratto e contro la produzione alimentare in serie, ogni anno valorizza i produttori locali con l’iniziativa “Maestri del Gusto di Torino e provincia”. Sono 156 gli artisti del sapore 2013, fedeli alla tradizione e ai prodotti del territorio. Tra questi, appunto, l’azienda di Maria Condo. “Noi alleviamo api per produrre il miele e lavoriamo trecentosessantacinque giorni all’anno”, sorride, mentre ci accoglie nella sua attività. Originaria di Montanaro, è dal 1980 che si dedica alla produzione del miele: “Prima eravamo a Castelrosso, il paese di mio marito, poi ci siamo trasferiti qui”. Con il compagno di una vita, Luigi Acutis, che adesso le dà una mano, l’azienda conta cinque postazioni fisse e ben trecento alveari. Nei periodi di piena produzione, in ciascuna casetta vivono dalle 70 alle 80 mila api.

Ogni famiglia ha la sua regina”, ci spiega. Da ciascuna casetta si ottiene una produzione di circa venticinque chilogrammi di miele, per un totale di sessanta quintali all’anno. “Quest’annata purtroppo non è stata una delle più produttive…”, aggiunge la chivassese che porta il proprio miele nei mercati del canavese ma anche in giro per l’Italia.

Pensi, abbiamo un cliente-amico che viene su addirittura da Napoli…”. Oltre al titolo di “Maestro del Gusto”, l’azienda Condo ha ricevuto anche diversi attestati di qualità, come il premio “Franco Marletto”, il “Roma”, il “Ferreri”, il “Miele dei parchi”.

Maria Condo è stata anche premiata nel 2009 dalla Camera di Commercio per la fedeltà al lavoro, con i suoi 47 anni di attività. “Recentemente, siamo stati insigniti dalla Regione del titolo di fattoria didattica – conclude -. Così, vengono spesso in visita le scuole: oltre a quelle della zona, ci è capitato di ospitare classi intere degli alberghieri di Torino e, persino, di Cuneo. Ospitiamo anche qualche centro estivo, di tanto in tanto. E persino qualche gruppo di anziani…”. Insomma: seppur così “lontana” da Chivasso, l’azienda apistica Condo non è poi così distante dai chivassesi.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

Dell’impiego ovvero dello Statuto dei lavoratori

Il professor Carlo Ossola (dovrebbero tremarmi le vene dei polsi solo a scriverne il nome), …

IVREA. Italgas acquista il 15% di Aeg Reti Distribuzione

Italgas società quotata alla borsa di Milano, specializzata nell’attività di distribuzione del gas, con oltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *