Home / BLOG / LANZO. A soli 16 anni minaccia di suicidarsi a scuola

LANZO. A soli 16 anni minaccia di suicidarsi a scuola

Ha minacciato di farla finita, di “chiudere” con la vita a soli 16 anni. E lo ha fatto a scuola, all’istituto “Albert” di Lanzo.

I fatti a metà della scorsa settimana. Il giovane ha approfittato del cambio d’insegnante al termine dell’ora di lezione per aprire la finestra e andare sul cornicione della scuola, prima di urlare di volersi buttare di sotto, gettando nel panico i suoi compagni di classe, gli altri studenti, e tutti i docenti lanzesi.

Un volo che, se lo avesse fatto, sarebbe stato di almeno dieci metri, perché la sua classe si trovava al terzo piano dell’istituto.

Sono stati gli stessi compagni di classe a farlo ragionare, a fargli capire che qualsiasi cosa lo stesse attanagliando si sarebbe potuta risolvere in tutt’altro modo che facendola finita. Che loro non si sarebbero tirati indietro e che lo avrebbero aiutato.

A quel punto, il giovane è tornato sui suoi passi. Per fortuna, aggiungiamo noi.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Lanzo, che hanno dato avvio alle indagini, parlando a lungo con i docenti e anche con Giuseppe Volpe, il dirigente scolastico dell’Albert, scuola da quasi 800 ragazzi, fiore all’occhiello dell’area metropolitana.

“E’ stato un gesto disperato. Di un ragazzo che stava soffrendo – commenta VolpeI carabinieri hanno svolto le indagini e noi siamo stati molto collaborativi nel cercare di dare loro le corrette informazioni del caso. Abbiamo già incontrato i genitori, perché il gesto compiuto dal nostro studente è molto serio, da non sottovalutare”.

Dalle prime informazioni, il gesto sarebbe da attribuire a dissidi in famiglia, a problemi quindi legati alla sfera personale e non scolastica, anche se ai compagni avrebbe detto di non stare bene e di soffrire per problemi in casa.

“E noi lo aiuteremo in ogni modo – conclude il dirigente scolastico -. Ora è giusto che si prenda un periodo tutto per sé, dove possa ritrovare una stabilità personale. Noi saremo qui, domani, dopodomani. Sempre. Abbiamo anche una psicologa, la dottoressa Daniela Dallorto, che cura uno sportello d’aiuto psicologico aperto durante le ore di lezione”.

Commenti

Blogger: Claudio Martinelli

Claudio Martinelli
Giornalismo "reale"

Leggi anche

IVREA. Dalla Ico-Valley alla Cape Canaveral Valley, una super cazzola tira l’altra….

L’idea è questa. Una stazione missilistica per trasformare il Canavese nel centro mondiale dell’esplorazione spaziale …

IVREA. L’Ordine chiuderà la porta al Generale Ceratti?

Ordine della Mugnaia off-limit per il generale Vincenzo Ceratti. La scorsa settimana l’assemblea degli iscritti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *