Home / Dai Comuni / LANZO. Chi ha mozzato la testa al lupo? E perché?

LANZO. Chi ha mozzato la testa al lupo? E perché?

Chi è stato? E perché?

Sono queste le domande al centro dell’indagine da parte dei carabinieri della stazione di Lanzo in merito al macabro ritrovamento di una testa di lupo, appeso ad un cartello stradale nella zona della galleria di Monte Basso, a Lanzo.

Indagini difficili, quelle dei militari agli ordini del maresciallo Giulio Perotti. Perché da una parte è una impresa ardua poter risalire all’autore materiale del deprecabile gesto, anche perché potrebbe essere stato un cacciatore non della zona. Così come potrebbe essere stato il gesto estemporaneo di una persona, magari colto da un raptus.

Dall’altra è altrettanto difficile poter capire di quale lupo si tratti, perché non è escluso possa trattarsi dello stesso visto diverse settimane fa a Lanzo, in zona Ponte del Diavolo, o di quello che ha sbranato alcune pecore a Balangero.

Le indagini sono tutt’ora in corso, mentre cresce la rabbia e lo sdegno delle associazioni animaliste, in primis il WWF, ma anche di tanti residenti delle Valli di Lanzo, ancora increduli per quanto accaduto.

Intanto la Città Metropolitana interviene sull’argomento tramite la consigliera Barbara Azzarà, che ha la delega alla Tutela della Fauna e della Flora: “Quanto è successo lascia senza parola. Per questo ringraziamo i carabinieri di Lanzo per l’indagine a tutto tondo, sperando possano portare quanto prima a scoprirne l’autore. Il tema dei lupi è un tema molto sentito anche in Città Metropolitana, in particolar modo per quanto concerne le predazioni. Siamo pronti ad intervenire così come fece ad inizio anni 2000 l’allora Provincia con iniziative di formazione e comunicazione mirata per far capire alla cittadinanza come muoversi e cosa fare alla vista di lupi in zone non boschive o montane”.

Commenti

Blogger: Claudio Martinelli

Claudio Martinelli
Giornalismo "reale"

Leggi anche

VENARIA. Si è spento Renato Striglia, voce storica di Radio Flash

VENARIA. Si è spento Renato Striglia, voce storica di Radio Flash. Chi è un amante …

MONTEU DA PO. Raffaella, medico e mamma: “Le mascherine a scuola? Possono far danni”

MONTEU DA PO. Raffaella, medico e mamma: “Le mascherine a scuola? Possono far danni”. Raffaella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *