Home / BLOG / L’alternativa del diavolo! Lavoro o salute?

L’alternativa del diavolo! Lavoro o salute?

L’alternativa del diavolo! Lavoro o salute?
Pensavo alla crisi dell’Ilva a Taranto e lacerante alternativa tra lavoro o salute, un tremendo quesito per chi deve e guadagnarsi il pane. A Taranto complice la crisi mondiale dell’acciaio. Il ferro, la materia prima è rincarata di quasi il 40% quest’anno e poi la Cina, che in barba ai dazi americani continua a sfornare quantità crescenti di acciaio, con una produzione, pensate di 85 milioni di tonnellate ad aprile,  e se continua a questi ritmi nel 2019 supererà per la prima volta l’asticella del miliardo di tonnellate. Montagne di acciaio, che solo in parte vengono utilizzate in Cina, dove pure ci sono consumi solidi grazie agli stimoli all’economia introdotti dal Governo. Il surplus finisce all’estero, in gran parte in Europa. A questo aggiungiamo il rallentamento della crescita economica e le guerre sui dazi con l’America il quadro economico in Europa è cupo. La crisi a Taranto ci ricorda che per superare l’alternativa del diavolo, tra lavoro e salute è quello che il bene delle persone cioè della salute e dell’occupazione dei lavoratori deve essere anteposto e difeso rispetto alla logica della massimizzazione del profitto e delle pure leggi del mercato, tutto il resto sono solo chiacchiere ed inutili invettive politiche che speculano sulla pelle dei lavoratori.
Favria, 18.11.2019 Giorgio Cortese

Nella vita quotidiana le cose in cui non spero accadono più spesso delle cose in cui spero.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

CHIVASSO. Nemo, per essere il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. È la celebre citazione di Mahatma Gandhi, …

A ven Gilind, la divota cumedia.

A ven Gilind, la divota cumedia. Ovvero l’Avvento del Natale nella tradizione piemontese. Vi voglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *