Home / BLOG / La Garrula che si faceva chiamare Jay!

La Garrula che si faceva chiamare Jay!

La Garrula che si faceva chiamare Jay!
Garrula è un tipetto strano, si da delle arie, solo perché è il Corvide con il piumaggio più colorato del nostro continente. La livrea è marrone sul capo e sul dorso, con pennellate nere sul capo; la porzione più distale delle ali è nera e grigia, mentre la porzione più vicina al dorso è in parte blu con punteggiature nere e in parte marrone; le ali verso la coda, così come la coda stessa, sono in parte nere e in parte bianche. Un giorno ha sentito vicino ad una finestra una persona che leggeva del mito della ninfa Eco che viene condannata a ripetere in eterno le parole di chi le passa accanto, così lei si pensa simile ad una ninfa che veglia sul parco imitando i diversi suoni che la circondano. Ma quello che ha spinto a chiamarsi Jay quando ha sentito, non so da chi che quando lei si alza in volo spiegando le sue ali colorate, un poeta anglosassone Thomas Gisborne nel suo racconto Passeggiate nel bosco in primavera la definisce poeticamente “macchie cerulee rubate all’arco immacolato del cielo”, e questo ha fatto crescere in maniera smisurata il suo ego. Così mi ha detto Beccogiallo, il merlo, un gran chiacchierone, che si fa chiamare Jay per darsi un certo tono di superiorità. Dato che Garrula ha piacere di essere chiamata Jay, il suo nome in inglese per accontentarla la chiameremo così. Jay è molto permalosa e come tutte le ghiandaie ha la capacità di imitare i suoni e le voci che sente. Un giorno viene scacciata via in malo modo da Melampo perchè andava a frugare nei solchi appena seminati, del suo orto, in cerca di formiche, scoprendo i semi appena seminata, alla sua mercè e di Beccogiallo degno compare. La ghiandaia raccoglie e depone le formiche a contatto della pelle e tra le penne. Per fare questo Jay si avvicina nel solco vicino al formicaio e, abbassando il corpo e sbattendo le ali contro la superficie del formicaio, porta le formiche a contatto con il corpo. Non ho mai capito il perché fa cosi, gli ornitologi chiamano questo comportamento, anting, ant in inglese vuole dire formica, forse perché il volatile vuole approfittare di una sostanza particolare, acido formico, prodotta da un apparato addominale delle formiche, che potrebbe avere un’azione disinfestante rispetto ad alcuni parassiti presenti sul corpo dell’uccello. Un giorno Jay per vendicarsi di essere scacciata in malo modo dal campo di Melampo ogni pomeriggi per diverso tempo imitava il verso delle galline, il loro ritornello nel chiocciare quando hanno fatto l’uovo: “Coccodè, dè, cocco! Coccodè, dè, cocco!…..” il povero Melampo correva nel pollaio e non trovava nulla, allora dopo diversi giorni fa finta di tornare in casa e si apposta nel vicino fienile e scopre la birbona che su di un pero era intenda vicino alla griglia del pollaio ad imitare il particolare chiocciare delle galline quando fanno l’uovo. Melampo esce di scatto e spaventa Jay che scoperto si allontana nel vicino parco con il suo stridulo e poco gradevole verso: “ ree ree…”. Ma prima come per sberleffo si mette ad imitare il miagolio del gatto. Nella vita quotidiana chi danneggia gli altri deve aspettarsi risposte e reazioni dello stesso tipo. Il proverbio “Chi di spada ferisce, di spada perisce”, che deriva direttamente dal latino “Qui gladio ferit gladio perit” esprime lo stesso concetto. Il male che farai verrà fatto poi a te, ma il bene che farai Ti tornerà sempre indietro.
Favria, 4.07.2020 Giorgio Cortese

Nella vita quotidiana ci sono spartiti di vita che restano nell’anima per sempre come donare il sangue. Venite a donare il sangue a Favria mercoledì 8 luglio cortile interno del Comune dalle ore 8 alle ore 11,20. Abbiamo bisogno anche di Te. Donate il sangue, donate la vita! Attenzione a seguito del DPCM del 8 marzo 2020, per evitare assembramenti è necessario sempre prenotare la vostra donazione. Grazie per la vostra collaborazione. Cell. 3331714827- grazio se fate passa parole e divulgate il messaggio

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

Cenestesi.

Cenestesi. La presenza di certe persone mi provoca nell’animo la cenestesi. Mi spiego la cenestesi …

CASALBORGONE. Il sindaco Cavallero vuol fare il promoter turistico

Pare che il sindaco Cavallero abbia finalmente imparato a scrivere, ormai le sue lettere a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *