Home / Life & Style / La dottoressa Patrizia Benincasa spiega il contributo a fondo perduto
Dottoressa Patrizia Benincasa
Dott.ssa Patrizia Benincasa

La dottoressa Patrizia Benincasa spiega il contributo a fondo perduto

La dottoressa Patrizia Benincasa, commercialista con studio in Torino in via Cibrario 56, spiega a chi spetta il contributo a fondo perduto e le modalità per ottenerlo.

“Viene previsto un contributo a fondo perduto per imprese, anche agricole, e titolari di reddito di lavoro autonomo.
Sono tuttavia esclusi: i professionisti iscritti alla gestione separata Inps (soggetti che hanno diritto alla percezione delle indennità di cui all’articolo 27 del Decreto Legge 18/2020); i lavoratori dello spettacolo (soggetti che hanno diritto alla percezione delle indennità di cui all’articolo 38 del Decreto Legge 18/2020; i professionisti iscritti ad un Ordine”.

La dottoressa Patrizia Benincasa spiega le condizioni per ottenerlo

Il contributo spetta a condizione che i ricavi/compensi del 2019 non siano superiori a 5 milioni di euro; l’ammontare di fatturato/corrispettivi di aprile 2020 sia inferiore ai 2/3 rispetto a quello di aprile 2019 (non richiesto per chi ha iniziato l’attività dal 1 gennaio 2019)”.

Misura del contributo a fondo perduto

L’ammontare del contributo – spiega la dottoressa Patrizia Benincasa – è calcolato applicando le seguenti percentuali alla differenza tra il fatturato di aprile 2020 e aprile 2019: 20 percento per soggetti con ricavi/compensi 2019 non superiori a 400mila euro; 15 percento per soggetti con ricavi/compensi 2019 compresi tra i 400mila euro e 1 milione di euro; 10 percento per i soggetti con con ricavi/compensi 2019 tra 1 e 5 milioni di euro.

E’ previsto un contributo minimo, pari a: mille euro, per le persone fisiche; 2mila euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche”.

Infine, la dottoressa Patrizia Benincasa spiega le modalità di riconoscimento del contributo

“Il contributo  è riconosciuto tramite bonifico, previa presentazione di istanza telematica all’Agenzia delle Entrate le cui modalità verranno definite da un prossimo provvedimento”.

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Alla scuola Montessori di Torino i bimbi imparano in serenità e armonia

La Scuola M. Montessori si trova nel cuore del quartiere Liberty di Torino in zona …

Come cambiano i cartelloni pubblicitari

Negli ultimi anni abbiamo potuto apprezzare ampi cambiamenti per quanto riguarda i mezzi di comunicazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *