Home / Eventi / Altri Eventi / IVREA. Un botto e la città fu salva… Pastasciutta antifascista
Alcide Cervi, il papà dei sette fratelli fucilati dai fascisti nel 1943

IVREA. Un botto e la città fu salva… Pastasciutta antifascista

Anche quest’anno l’Anpi e tutti coloro che lo vorranno si ritrova a condividere il ricordo di quella notte di 75 anni fa, e l’audace impresa di Alimiro e D’Artagnan che salvò la città dai bombardamenti. Un’azione che venne definita di “ingegneria partigiana” da Calamandrei. A quei fatti l’Anpi dedica la “Pastasciutta antifascista”, un momento di allegria che si ispira al 25 luglio dello stesso anno, quando i fratelli Cervi festeggiarono la caduta del fascismo offrendo la pasta ai compaesani.

L’appuntamento è per lunedì 23 dicembre 2019

• Alle ore 18,00 ritrovo al Rifugio antiaereo (fontana di Camillo Olivetti), di fronte al ponte ferroviario. Nel buio suggestivo del Rifugio ascolterete le voci ed il racconto dell’impresa partigiana. Al termine, trasferimento individuale dei partecipanti allo Zac!

• Alle ore 20,00 “Pastasciutta” * allo Zac! (Movicentro) per la Festa ed il brindisi d’auguri di Fine Anno

* Antipasto: piatto affettati e formaggio; Pastasciutta al sugo di carne (*); Panettone “degli Auguri”; Acqua, Vino, caffè e Brindisi finale Euro 15 – da prenotare entro il 19 dicembre telefonando a:

 

Per prenotazioni

Mario 320 685 44 32

Ivan 348 266 2100

Zac! 0125 362715

Commenti

Blogger: Mario Beiletti

Mario Beiletti
Oh bella ciao

Leggi anche

VAL DI CHY. Migrante si tuffa nel torrente Chiusella, morto annegato

I vigili del fuoco hanno recuperato nel pomeriggio, alle Guje di Garavot sul torrente Chiusella …

QUINCINETTO. Completato l’ampliamento della SP69

Sono conclusi i lavori di allargamento e adeguamento dell’asse stradale sulla Sp. 69 dir 1 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *