Home / BLOG / IVREA. Successo per la lista dei cittadini
Municipio ivrea
Municipio ivrea

IVREA. Successo per la lista dei cittadini

 

Ho dovuto rileggere un paio di volte le prime dieci righe della Missione 1, Servizi Istituzionali, Generali e di Gestione, a pagina 31 del Documento Unico di Programmazione del Bilancio 2015 di Ivrea,  per rendermi conto che quello che ci stava scritto era proprio quello che dall’inizio del mandato nel 2013 speravo di riscontrare. La vicenda, come rappresentante della LISTA DEI CITTADINI, era iniziata proprio nel luglio 2013 con la presentazione di un primo Emendamento al Bilancio di Previsione 2013.

Il contenuto del medesimo, visto lo schema di Bilancio 2013 ed i suoi allegati, approvati dalla Giunta Comunale con Del n.134 del 05.07.2013 e presentati al Consiglio Comunale era il seguente : “Ritenendo necessario attivare quanto prima le procedure per realizzare una sorta di Città Metropolitana che, in scala adeguata rispetto a quanto già previsto dalla Legge per le grandi Città come Torino, Milano, Roma ecc.,  possa determinare una nuova dimensione per Ivrea, i comuni confinanti ed anche quelli che si identificano nelle stesse caratteristiche Territoriali,  al fine di “pesare” di più in ambito regionale, si richiede di creare una nuova voce che consenta il finanziamento degli studi e delle indagini propedeutici a tale realizzazione”.                                                                     Chiedevo che venisse creata una nuova voce di spesa corrente per l’intervento 3 (Prestazione di Servizi) per euro 15.000,00 da finanziare con risparmi per corrispondente importo. L’emendamento malauguratamente  veniva però respinto e non giungeva neppure in Consiglio Comunale. Ripresentavo nuovamente nel 2014 un “Emendamento  Al Bilancio Triennale Unico 2014/2016 e al Documento Unico di Programmazione 2014/2017″, approvati dalla Giunta Comunale con Del n.112 del 30.06.2014 e presentati al Consiglio Comunale.

Rilevavo che la Città Metropolitana di Torino, divenuta ormai una realtà incalzante anche il nostro Territorio, costringe a fare valutazioni e assumere accorgimenti verso i quali purtroppo non è stata posta tempestivamente l’attenzione. Ora un riassetto Istituzionale si rende quasi d’obbligo per mantenere un adeguato “peso” nel rapporto delicato con il restante territorio della Provincia e della Regione. La stessa Città di Ivrea sta già sopportando le ricadute, anche economiche, delle razionalizzazioni e delle riorganizzazioni di intere istituzioni. Per tutti questi motivi proponevo emendamento al D.U.P 2014/2017, nella sezione Strategica per la Missione 1 (servizi istituzionali, generali e di gestione), aggiungendo a pagina 31 in testa il seguente paragrafo:“Per quanto riguarda i servizi e le relazioni istituzionali L’Amministrazione Comunale sarà impegnata a promuovere direttamente iniziative volte a studiare e diffondere la più ampia documentazione e tutti i criteri più idonei a far convergere il numero maggiore di Comuni verso un nuovo modello di Città Diffusa. Per fare ciò l’Amministrazione Comunale ha individuato nei Comuni dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, il bacino più idoneo per cominciare a costruire questa nuova realtà, che rispettando le individuali caratteristiche di ogni Comune, consenta di costituire una forza determinante non solo per la sopravvivenza, ma anche per il rilancio del territorio. La nostra area, molto distante e diversa, sia morfologicamente che produttivamente, dal bacino metropolitano torinese, necessita non più solo di razionalizzazioni dei servizi ma di un corposo piano di nuovi investimenti oramai non più sostenibili dai singoli Comuni per la mancanza di risorse e per gli stringenti vincoli del patto di Stabilità, problematiche superabili solo con un nuovo assetto istituzionale territoriale.”

Con queste premesse, tornando all’inizio dell’articolo, è stato veramente gratificante prendere atto che il Comune di Ivrea con il Documento Unico di Programmazione approvato con delibera di giunta comunale n.92 del 21.05.2015 e depositato il 04.06.2015, nello spazio riservato agli Indirizzi, agli Obiettivi e alle Politiche di Bilancio 2015-2018 nel contesto del programma da realizzare MISSIONE 01 Servizi Istituzionali, Generali e di Gestione ha riportato che per quanto riguarda i servizi e le relazioni istituzionali l’Amministrazione Comunale sarà impegnata a “promuovere direttamente iniziative volte a studiare e diffondere la più ampia documentazione e tutti i criteri più idonei a far convergere il numero maggiore di Comuni verso un nuovo modello di Città Diffusa. Per fare ciò l’Amministrazione Comunale ha individuato nei Comuni dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, il bacino più idoneo per cominciare a costruire questa nuova realtà che rispettando le individuali caratteristiche di ogni Comune, consenta di costituire una forza determinante non solo per la sopravvivenza, ma anche per il rilancio del territorio.”

Aggiungendo anche che la nostra area, molto distante e diversa, sia morfologicamente che produttivamente, dal bacino torinese, “necessita non più solo di razionalizzazioni dei servizi ma di un corposo piano di nuovi investimenti ormai non più sostenibili dai singoli Comuni per la mancanza di risorse e per gli stringenti vincoli del Patto di Stabilità, problematiche superabili solo con un nuovo assetto istituzionale territoriale”.

Obiettivo raggiunto!, avanti verso altri riconoscimenti della validità degli emendamenti proposti della LISTA DEI CITTADINI, con perseveranza!.

 

 

 

Commenti

Blogger: Alberto Tognoli

Alberto Tognoli
Dalla parte dei cittadini

Leggi anche

CHIVASSO. Floriana Ferrero e i cavalli: una passione che diventa essenza stessa della vita

Come nasce una passione? Una passione di quelle che diventano motivo di vita e essenza …

Sotto la mascherina! – Avejne gent me niet!

Sotto la mascherina! Quando esco di casa incontro persone con la mascherina, ed anche io …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *