Home / BLOG / IVREA. Solidarietà al pistolero?
Fiaccolata Pavone

IVREA. Solidarietà al pistolero?

Una voce fuori dal coro. E’ quella di Mario Beiletti, presidente dell’Anpi di Ivrea. Non oggi, ma ieri s’appellava a quel senso di democrazia e a quei valori costituzionali che ci hanno trasformato in società civile. Perchè c’era una volta la  legge del taglione e  oggi per fortuna non c’è più.

L’argomento è sempre lo stesso, ormai da giorni. Tra favorevoli e contrari. Guelfi e ghibellini pronti ad argomentare le ragioni del tabaccaio, con la fotta di un perito “balistico”.

“Non facciamoci trascinare per le strade col cappio in mano cercando vittime da linciare o eroi da santificare – commentava  Beiletti  prima della fiaccolata di ieri sera – Le forze dell’ordine sanno fare bene il loro lavoro, non sostituiamoci a loro. Non diamo giudizi senza conoscere bene i fatti. Non lasciamo che gli sciacalli della politica fomentino l’odio. Sarà la giustizia a dare il verdetto finale. Evitiamo le strumentalizzazioni. Non trasformiamo un dramma umano in una campagna elettorale…”.

E già s’immaginava (Beiletti) che alla manifestazione ci sarebbe stato qualcuno pronto a soffiare sul fuoco, magari a gridare contro agli zingari, ai migranti. E poi a inneggiare alla pena di morte, mostrando striscioni di solidarietà per Franco.

“Non facciamo ingannare – aggiungeva – sono fascisti. La loro ideologia è la violenza. Non caschiamoci. Oggi dovrebbe dominare il silenzio e la riflessione per riscoprirci tutti essere umani, con le nostre colpe e le nostre virtù. Il resto è silenzio: usiamolo bene…!”

E non aveva ancora finito di scriverlo che da Ivrea a Pavone, per la fiaccolata, si presentavano in duemila. E tra questi pure il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli, pure l’ex consigliere comunale del Pd Paolo Bertolino. Per carità tutti a titolo personale. Eppure eran lì, senza chiedersi perchè. Una protesta per indirizzare le indagini della magistratura? Di solidarietà al pistolero che ha (con molta probabilità)  sparato dal balcone a un malvivente mentre fuggiva? Di appoggio alla legge per la legittima difesa che se davvero consentisse tutto questo, ci sarebbe da preoccuparsi anche per i nostri bambini quando vanno a prendere il pallone nell’altrui proprietà? Boh.

 

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

Arresto

MONCALIERI. Con tecnica ‘gomma bucata’ rubava borse e zaini, arrestato

Bucava le gomme delle auto parcheggiate vicino ai supermercati, alle filiali di banca e all’ufficio …

PIOSSASCO. Precipita con parapendio nel Torinese, salvo

Ha perso il controllo del parapendio che stava pilotando ed è precipitato in una boscaglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *