Home / Dai Comuni / IVREA. Riparte l’Unitre ma con la mascherina
unitre

IVREA. Riparte l’Unitre ma con la mascherina

Il 17 settembre, presso il Teatro Giacosa, si è tenuta l’Assemblea annuale dell’Università Popolare  della Terza Età e dell’Educazione Permanente di Ivrea con presentazione delle nuove attività previste per l’Anno Accademico 2020-2021. Nel rispetto della normativa anti Covid-19, l’ingresso è stato consentito solamente ad un massimo di 170 persone.

L’emergenza sanitaria ha imposto alcuni cambiamenti nella normale prassi di iscrizione ai corsi e laboratori dell’Università Popolare. Solamente a fine agosto, infatti, si è giunti ad un accordo con l’Amministrazione comunale di Ivrea per poter usufruire dei locali della segreteria attigui alla biblioteca civica di Piazza Ottinetti. Per questo motivo, le attività sono state comunicati solamente via internet e non con l’usuale lettera cartacea di inizio anno. 

Il contributo aggiuntivo per i diversi laboratori o corsi varierà a seconda delle attività scelte, mentre il costo dell’iscrizione cala a 45 euro! Una decisione presa per agevolare coloro che lo scorso anno vennero penalizzati dalla sospensione dei corsi a causa del coronavirus. Si tratta di un grande impegno da parte del direttivo poiché i fondi raccolti con le iscrizioni rappresentano l’unica fonte di entrata dell’Università. 

L’attività amministrativa viene svolta da volontari e alcuni docenti prestano gratuitamente la propria opera. Il Comune di Ivrea, tramite una convenzione,  mette a disposizione il locale della segreteria, dotata di sistema informativo. L’utilizzo dei moderni sistemi di comunicazione via internet fornisce un notevole aiuto, ma il lavoro organizzativo resta notevole. Le attività si svolgeranno anche quest’anno in gran parte presso il cinema dell’Oratorio San Giuseppe mentre alcuni corsi, come di consueto, si terranno al Centro Civico Bellavista, alla piscina Comunale e presso le palestre “AquaGymn” ed “Energi è”.

Il libretto dei corsi verrà distribuito il giorno dell’Assemblea e sarà scaricabile dal sito internet appena possibile.   

Il 39° anno dell’Università Popolare sarà caratterizzato da alcune novità dovute  all’emergenza sanitaria. Ad esempio, le attività della Corale Polifonica si svolgeranno sempre presso il cinema dell’Oratorio San Giuseppe, ma si terranno soprattutto in forma teorica. L’utilizzo della mascherine e il distanziamento rendono infatti difficile il normale svolgimento delle lezioni.

Sempre nel rispetto delle normative anti Covid, si terranno anche le numerose conferenze, i seminari, l’attività creativa, la gastronomia, i giochi, le lingue straniere, la musica, il canto e lo spettacolo. Da ricordare le proposte decisamente innovative previste dall’area dedicata alle attività motorie e mentali, primo fra tutti l’allenamento cognitivo. Sono inoltre state inserite all’ultimo minuto due nuove e interessanti conferenze: “Galileo in musica” con Andrea Gori del Museo Galileo e “Chimica” con Emma Angelini. Per tutte le informazioni contattare la segreteria o scrivere a info@uni3ivrea.it.

Il direttivo attuale è formato dalla presidente Anna Marta, dal vicepresidente  Alessandro Cognigni e dai consiglieri Barbara Manucci, Pina Riolo, Armando Vittozzi (segretario), Giovanni Caffaro (tesoriere) e Antonio Sapone.

L’Università Popolare  della Terza Età e dell’Educazione Permanente di Ivrea, nacque nel 1983 su iniziativa del dottor Giuseppe Fragiacomo, all’epoca direttore della biblioteca civica, affiancato dal Vescovo Emerito S.E. Monsignor Luigi Bettazzi, dall’ingegner Piero Rozzi, dirigente Olivetti, e dal dottor Plinio Cilento, allora presidente dell’Associazione Spille d’Oro Olivetti. A loro si affiancarono numerosi altri volontari che permisero a questo importante progetto culturale e sociale di crescere e continuare ad esistere. Oggi gli iscritti sono circa 1300!

L’Università si rivolge a tutti i cittadini che abbiano compiuto trenta anni di età. Non vi sono discriminazioni riguardo al grado di scolarità, la residenza o la provenienza. 

Le attività si dividono in cicli di conferenze (imparare ascoltando) e corsi, laboratori o attività (imparare facendo). La quota di iscrizione permette di assistere a tutte le conferenze programmate, mentre i corsi e laboratori prevedono un ulteriore contributo a seconda della disciplina. In quest’ultimo caso sono previsti livelli e orari diversi in modo da soddisfare le esigenze di una più ampia fetta di utenti. Per ora le attività si svolgono al mattino o al pomeriggio. 

Informazioni utili per l’Unitre

Sul sito http://www.uni3ivrea.it/ è tuttavia possibile reperire tutte le informazioni necessarie.

Le iscrizioni si potranno svolgere dal 23 settembre  presso la segreteria. L’accesso sarà consentito a sole 50 persone al giorno con mascherina e previa misurazione della febbre ed igienizzazione della mani. 

Ecco gli orari: dal 23 settembre all’8 ottobre dal martedì al giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 oppure  venerdì e sabato dalle 10 alle 12, dal 20 ottobre al 6 novembre dal martedì al giovedì dalle 10 alle 12   e   dalle 15 alle 17 e il venerdì dalle 10 alle 12, dal 10 novembre il mercoledì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17. 

Le lezioni prenderanno il via il 12 ottobre.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CINTANO. Revocata la cittadinanza a Mussolini. Insulti social alla sindaca

Questa mattina l’amministrazione comunale di Cintano, in Canavese, ha revocato la cittadinanza onoraria a Benito …

Cuorgnè, Venaria e Lanzo diventano ospedali dedicati solo al Covid

Il Piemonte converte 16 ospedali alla cura del Covid per far fronte alla crescente richiesta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *