Home / BLOG / IVREA. Qualsiasi sindaco sarebbe orgoglioso dello Zac!
Sertoli Stefano
Sertoli Stefano

IVREA. Qualsiasi sindaco sarebbe orgoglioso dello Zac!

Apprendiamo con sconcerto che l’amministrazione comunale di Ivrea non intende rinnovare il comodato d’uso alla cooperativa sociale “ZAC! Zone attive di cittadinanza” per la gestione del Movicentro di Ivrea, nonostante il contratto del 2014 preveda il rinnovo per ulteriori sei anni e l’Amministrazione comunale non abbia mai sollevato alcun rilievo alla cooperativa. Si tratta chiaramente di una scelta politica! La giunta eporediese a traino leghista non condivide i valori e i principi del progetto ZAC! Evidentemente quell’esperienza unica è troppo “di sinistra”, troppo ambientalista, troppo pacifista, troppo inclusiva e accogliente, troppo antirazzista. Lo dicano chiaramente ad iniziare Sertoli. Qualsiasi sindaco sarebbe orgoglioso di avere nella propria città un progetto della portata dello ZAC! E invece il primo cittadino di Ivrea tace.

Lo ZAC! è un modello esemplare di recupero di aree urbane a rischio abbandono e degrado fisico e sociale. Un presidio e un avamposto per la città. Un progetto di economia di prossimità, di cura del territorio, di impegno civico, solidarietà, cultura. Ricordiamo nel dicembre 2017 lo ZAC! ospite ad un evento della Camera dei deputati quale uno degli esempi più completi di “green society” nel nostro paese. Ivrea si è distinta ancora una volta a livello nazionale grazie allo ZAC!

Lo ZAC! è un luogo aperto, di coesione sociale e incontro per tutto il territorio eporediese e oltre. Nel grande atrio della biglietteria delle ferrovie si fa musica, teatro, mostre, conferenze, dibattiti, si studia, si gioca, si canta, si tengono laboratori, trovano spazio le associazioni del territorio. In una città senza spazi per la cittadinanza attiva è una grande risorsa.

Nel suo bar e piccolo ristorante si mangiano cibi buoni e giusti, quelli delle filiere corte e controllate dei piccoli produttori locali.

Lo ZAC! è un punto di aggregazione per i giovani dove possono incontrarsi, ascoltare musica, proporre progetti, laboratori, fare “palestra politica”, discutere ed essere ascoltati.

Ultimo ma non ultimo lo ZAC! è anche lavoro, sono oggi 12 i dipendenti della cooperativa, e una quarantina i volontari. Ed è attivo un progetto di Servizio Civile Universale.

Il Circolo di Ivrea di Rifondazione Comunista ritiene lo ZAC! un luogo unico e importante per la città e il suo territorio e ne condivide i principi e valori. Chiediamo al sindaco Stefano Sertoli e all’Amministrazione eporediese tutta, di rivedere la loro decisione e di rinnovare il contratto allo ZAC! Sertoli vuole essere ricordato come il sindaco che ha chiuso una delle più belle esperienze di socialità, cultura e aggregazione della città?

Invitiamo tutte e tutti a firmare l’appello “Rinnovate il contratto dello ZAC!” sulla piattaforma www.change.org

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
Circolo di Ivrea – Federazione di Torino

 

Commenti

Blogger: Cadigia Perini

Cadigia Perini

Leggi anche

La generosa madama Pica.

La generosa madama Pica. C’era una volta sopra il grande cedro dove aveva fatto il …

VENARIA. Sanità e salute

È interessante leggere la relazione dell’IRES Piemonte, datata 18 maggio 2020, “Rete ospedaliera e rete …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *