Home / BLOG / IVREA. Per il nuovo centro cottura “salta” il consiglio comunale
Ubicazione centro cottura

IVREA. Per il nuovo centro cottura “salta” il consiglio comunale

Avrebbero dovuto riunirsi il 15 di ottobre per dare il via al nuovo appalto delle mense scolastiche in “project financing” non foss’altro che quello attuale, gestito da Dussmann, scadrà nell’aprile del 2020. Un’operazione di una ventina di milioni di euro  per non si sa bene quanti anni ma che fa già girare la testa e  che legherà il vincitore anche alla costruzione (a costo zero per il Comune) di un centro di cottura in sostituzione di quello realizzato circa 15 anni fa in via San Nazario, dietro alla scuola M. D’Azeglio. 

E invece? E’ successo il caos e  il consiglio comunale è saltato per mano delle opposizioni e di una gran bella fetta della maggioranza che di tutta questa operazione non è mai stata informata.

La proposta a senso unico dell’esecutivo guidato da Stefano Sertoli era (e rimane) di un centro di cottura a San Lorenzo, per l’esattezza in via Chiodi, utilizzando tre dei 15 mila metri quadri di area verde attrezzata a disposizione del Comune all’interno di un pec. Un immobile. E poi un parcheggio. Infine una strada su via Lago San Michele. 

Dall’analisi del patrimonio immobiliare svolta dall’ufficio tecnico si legge che sarebbero stati inizialmente valutati e poi scartati altri edifici che avrebbero potuto essere convertiti o riutilizzati. Parliamo dell’Ex Mattatoio di via Giuseppe Verdi attualmente adibito a magazzino comunale ma anche a deposito della protezione civile e in parte ad archivio di materiale elettorale.

S’aggiunge l’ex Caserma Val Calcino  ma qui esisterebbero forti problemi di viabilità su Via Dora Baltea e un parcheggio di circa 500 mq da condividere con 10 associazioni che occupano il resto dello stabile (Associazione Italiana sclerosi multipla, RadioamatoriItaliani, Giovane Montagna, Gruppo Pifferi e Tamburi, Donne contro la discriminazione, Canoa Club, Ass. Naz. Polizia di Stato, Quincy Blue Choir, Nazionale Partigiani Italiani e Pantera Nera).

Si sta discutendo di un nuovo centro cottura  – commenta a denti stretti Francesco Comotto  senza che ci sia prima stata una preventiva analisi sulla possibile ubicazione nella commissione competente, che è quella Assetto del Territorio, Urbanistica, Ambiente. La Giunta aveva chiesto di portare in Consiglio Comunale una delibera dove veniva individuata come unica soluzione possibile l’area verde di San Lorenzo che tante discussioni aveva già scatenato negli anni scorsi per il disinteresse della precedente Amministrazione. Si tratta di una vasta area verde che collega la parte edificata della città con la zona dei laghi sulla quale si potrebbe dare vita a molteplici progetti di tipo ambientale e di coinvolgimento sociale. Non va dimenticato che una Legge impone ai comuni di valutare molto attentamente l’utilizzo di aree inedificate puntando prioritariamente al recupero del patrimonio edilizio esistente. Tutto questo in nome di un “consumo di suolo zero” che non può diventare solamente uno slogan da tirare fuori in qualche occasione per ammansire chi della salvaguardia dell’ambiente e del verde fa una questione di vitale importanza. 

In ogni caso, in sede di Conferenza di Capigruppo si è riusciti a fermare la procedura e durante la Commissione tenutasi giovedì scorso è emersa con chiarezza la richiesta di valutare con maggior calma e con maggior approfondimento eventuali siti alternativi. Per questa sera è stata convocata una nuova Conferenza dei Capigruppo dalla quale si capirà se la richiesta formulata di procrastinare la decisione sia stata accolta o meno.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

La scottona.

La scottona. Sulla scottona, oggi di moda soprattutto in Italia è la giovane bovina che …

IVREA. Il tribunale ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo

Il Tribunale di Ivrea oggi ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo, la mamma delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *