Home / Dai Comuni / IVREA. Nell’Asl TO4 i morti salgono a 168
EMERGENZA CORONAVIRUS

IVREA. Nell’Asl TO4 i morti salgono a 168

* QUI I DATI DI TUTTI I COMUNI DELL’ASL TO4

* I dati sono in continuo aggiornamento

Qui i grafici su Ivrea e Canavese

CLICCA QUI PER I DATI DELL’ITALIA E DEL MONDO

SE SEI STRANIERO CLICCA QUI PER UNA COMUNICAZIONE IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO

CLICCA QUI PER LE NOTIZIE DA TORINO E DALL’ITALIA

Ad una video conferenza con l’assessore regionale alla sanità del Piemonte Luigi Icardi è stato chiarito che l’ospedale di Settimo non è destinato a trasformarsi in presidio Covid. “Non è in corso alcuna particolare iniziativa”, sono state le parole utilizzate. L’assessore ha poi sottolineato che alle Asl, compresa l’Asl To4, è stato chiesto di trasformare in reparti Covid al massimo il 40 per cento dei reparti di ciascun Ospedale e ricavare dei posti di terapia intensiva nei blocchi operatori.

“Abbiamo salvaguardato gli ospedale più grandi …” ha commentato. Morale? Se è vero che a Chivasso questa percentuale è saltata con l’occupazione del 2°, del 4° del 5° e del 6° piano la decisione è stata presa dalla direzione generale, quindi da Lorenzo Ardissone.

Altro capitolo sui dpi (mascherine e tute). Se gli operatori sanitari (medici e infermieri) non ne hanno a sufficienza occorre lamentarsi con la direzione generale. “Le aziende sanitarie – ha specificato – avrebbero dovuto continuare ad approvvigonarsi attraverso i consueti canali. A loro supporto l’Unità di crisi ha integrato. Mi spiace che a Chivasso abbiano dovuto comprarsele, ma mi creda che in questi giorni è stata una disperata ricerca di dpi….”.

Infine il problema degli hotel da utilizzare per liberare posti letto. Se non lo si è fatto è perchè l’Unità di crisi non ha ancora capito chi metterci dentro considerando che occorre dare ai pazienti un’assistenza anche lì e, al momento, non si dispone del personale necessario. “Non vogliamo abbandonare nessuno….” ha concluso Icardi.

In Piemonte i decessi salgono a 1.417

732 PAZIENTI GUARITI  E 834 IN VIA DI GUARIGIONE

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 732 (119 in più di ieri): 50 in provincia di Alessandria, 41 in provincia di Asti, 39 in provincia di Biella, 81 in provincia di Cuneo,  29 in provincia di Novara, 396 in provincia di Torino, 46 in provincia di Vercelli, 35 nel Verbano-Cusio-Ossola, 15 provenienti da altre regioni.

Altri 834 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SALGONO COMPLESSIVAMENTE A 1.417

Sono 68 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi, di cui 18 al momento registrati nella giornata di oggi. Occorre ricordare che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente dall’Unità di crisi può comprendere anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi covid.

Il totale complessivo è ora di 1.417 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 267  ad Alessandria, 72 ad Asti, 96 a Biella, 100 a Cuneo, 145 a Novara, 572 a Torino,  73 a Vercelli, 68 nel Verbano-Cusio-Ossola, 24 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 13.964 le persone finora risultate positive al “Covid-19” in Piemonte: 2.026 in provincia di Alessandria, 646 in provincia di Asti, 602 in provincia di Biella, 1.232 in provincia di Cuneo, 1.151 in provincia di Novara, 6.622 in provincia di Torino, 685  in provincia di Vercelli, 740 nel Verbano-Cusio-Ossola, 188 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.

I restanti 72 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 423.

I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 51.311, di cui 28.236 risultati negativi.

ALLEGATI AL BOLLETTINO

Le slides utilizzate dall’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, nella conferenza stampa sull’evoluzione epidemiologica covid in Piemonte. E’ possibile rivedere la conferenza stampa sulla pagina facebook della Regione Piemonte

Record di guariti in Italia: oggi 2.099

Sono 26.491 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 2.099 in più di ieri. E’ l’incremento più alto mai registrato dall’inizio dell’emergenza. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 1.555.

Sono complessivamente 95.262 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.195. Martedì l’incremento era stato di 880.

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 28.545 i malati in Lombardia (202 in più rispetto a ieri), 13.110 in Emilia-Romagna (+62), 10.171 in Veneto (+206), 10.989 in Piemonte (+285), 3.562 nelle Marche (-176), 5.557 in Toscana (+130), 3.245 in Liguria (+33), 3.448 nel Lazio (+83), 2.859 in Campania (+94), 1.415 in Friuli Venezia Giulia (+36), 1.940 in Trentino (+50), 1.281 in provincia di Bolzano (-20), 2.238 in Puglia (+101), 1.893 in Sicilia (+34), 1.534 in Abruzzo (+43), 823 in Umbria (-23), 606 in Valle d’Aosta (+13), 840 in Sardegna (+19), 755 in Calabria (+22), 181 in Molise (-4), 270 in Basilicata (+5). Quanto alle vittime, se ne registrano 9.722 in Lombardia (+238), 2.234 in Emilia-Romagna (+54), 736 in Veneto (+41), 1.378 in Piemonte (+59), 652 nelle Marche (+22), 392 in Toscana (+23), 654 in Liguria (+34), 221 in Campania (+5), 244 nel Lazio (+6), 169 in Friuli Venezia Giulia (+5), 219 in Puglia (+10), 183 in provincia di Bolzano (+9), 133 in Sicilia (+8), 179 in Abruzzo (+7), 50 in Umbria (+1), 102 in Valle d’Aosta (+2), 255 in Trentino (+11), 60 in Calabria (+0), 59 in Sardegna (+7), 13 in Molise (+0), 14 in Basilicata (+0). I tamponi complessivi sono 807.125, dei quali oltre 409mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO VITTONE. Voragine sulla Statale 26, chiusa la strada Torino-Aosta

Anas ha chiuso la statale 26 per la Valle d’Aosta, in entrambe le direzioni, oggi, …

Alberto Baesso capogruppo di maggioranza

TORRAZZA. Caro Baesso, raccontaci tutto

Su “La Nuova Periferia” di mercoledì 3 giugno il consigliere di maggioranza Alberto Baesso ribadisce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *