Home / BLOG / IVREA. Mussano: “E stato il Generale a declinare l’invito…”
Mussano Luisa, Gran Segretario dell'Ordine della Mugnaia

IVREA. Mussano: “E stato il Generale a declinare l’invito…”

Non siamo su Canale 5 e non si sta girando “C’è posta per te”. Però è vero che nello scorso mese di maggio l’Ordine della Mugnaia ha ufficialmente invitato i personaggi dell’ultima edizione dello storico carnevale di Ivrea alla cerimonia di investitura in programma a dicembre. La violetta Federica Ranieri ha detto sì, il generale Vincenzo Ceratti ha declinato …. Così Luisa Mussano Gran Segretario dell’Ordine. Una parola dietra l’altra senza tante sbavature e in perfetta antitesi rispetto a quanto si racconta in giro per la città e cioè che all’ultima assemblea degli associati, in 33 su 47, avrebbero alzato la mano per dire no all’ingresso del Generale. Appena 5 i “sì” e 9 le astensioni.

Quel che si sono detti e scritto lo racconta molto bene “La Sentinella” che evidentemente   è riuscita ad entrare in possesso di un verbale.

E sarebbe un “no” a Ceratti, alla Fondazione, all’Amministrazione comunale e alla politica entrata con tutti e due i piedi, gli avanbracci e le mani nella manifestazione per fare piazza pulita di tutto ciò che s’è trovata davanti.

Un “no” a chi ha lasciato sola la Mugnania in almeno tre occasioni e – questo si sa – “la mugnaia non deve essere lasciata sola mai”. Un “no” a chi ha lavorato e sta lavorando per la creazione di una nuova associazione dello Stato Maggiore da contrapporre al Circolo Ufficiali.

S’aggiunge un diffuso malessere, per come è stata gestita l’edizione 2019 con “scarso coinvolgimento delle Componenti da parte del cda della Fondazione, una superficiale attenzione per il cerimoniale e la tradizioni storiche che da sempre regolano la festa, e una ingerenza politica giudicata eccessiva…”

Infine la preoccupazione per il futuro legata alla modifica dello statuto che se dovesse essere approvato dalla Regione così com’è, relegherebbe la parte storica della manifestazione ad un ruolo di semplice comparsa.

Tutto giusto? 

Niente di più scontato, a parte questa storia del “cerimoniale”. Lo sa bene  Francesco Gioana de La Diana, uno dei pochi che se lo è letto tutto e pure studiato a memoria. Tutti lo tirano in ballo ad ogni occasione ma sotto certi punti di vista è incompleto, praticamente inutile per dirimere controversie come questa. 

Scritto nel 1956 per ottenere il riconoscimento di manifestazione di interesse internazionale, rimaneggiato nel 1988, figuriamoci che nella sua prima stesura neanche si  faceva riferimento alla battaglia delle arance. 

Forse anche per questo le Mugnaie si sono guardate bene dal tirarlo in ballo preferendo  sottolineare che esiste una “tradizione” da rispettare, punto e basta.

E poi ci sono le regole dell’Associazione ed è sul loro rispetto che verranno presto convocati per un chiarimento sia l’ex Podestà Paolo Cafasso che oggi siede nel cda della Fondazione, sia l’ex Sostituto Marco Adriano attuale responsabile storico artistico

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

IVREA. Il tribunale ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo

Il Tribunale di Ivrea oggi ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo, la mamma delle …

olivetti

IVREA. Mediobanca apre gli archivi… Ecco la storia del salvataggio Olivetti

Mediobanca apre l’archivio storico intitolato a Vincenzo Maranghi dove sono consultabili i documenti dei primi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *