Home / Torino e Provincia / Ivrea / IVREA. Lettera aperta all’assessore Giorgia Povolo
Povolo Giorgia

IVREA. Lettera aperta all’assessore Giorgia Povolo

Signora Giorgia Povolo, buongiorno, crediamo che le cose che lei scrisse qualche mese fa a proposito di persone Rom e Sinti, di altre confessioni religiose o di persone detenute perché colpevoli o perché in attesa di giudizio e di persone di altre nazionalità, siano cose non fondate su una sua personale conoscenza.

Quante persone Rom o Sinti, persone detenute condannate o in attesa di giudizio, di altre nazionalità o religione lei conosce personalmente? Con quante di loro ha parlato un po’? scambiato idee, giudizi, opinioni, ascoltato aspirazioni, aspettative, visioni di società….  Non lo sappiamo, ma non crediamo siano molte; se sono state invece parecchie, deve essere stata particolarmente sfortunata nell’incontro.

E’ possibile che si sia fatta una idea e abbia scritto quelle cose senza una vera conoscenza di loro?  Cioè, non se l’abbia a male, abbia dato giudizi senza una approfondita conoscenza?  Sia, cioè, caduta nel pre-giudizio? Ovvero in un giudizio che precede la conoscenza.  Succede, può succedere a tutti. Non si può conoscere tutto, e la tentazione di giudicare è sempre forte. Se è così, si può rimediare. Le consigliamo di lasciare l’incarico che le è stato richiesto di svolgere nella Giunta Comunale: crediamo le sarebbe impossibile svolgerlo bene, senza prima colmare le lacune di conoscenza che, ci pare, manifesti.

Noi le possiamo procurare incontri, attività, conoscenze con diverse persone che lei dimostra di conoscere poco.

Avremmo desiderato iniziare a farlo nell’incontro, che precedette l’anno scolastico, con i dirigenti scolastici del Canavese, ma lei non lo ritenne opportuno e fummo esclusi; ma noi siamo tenaci, forse testardi, e quel che non si è riusciti a fare ieri….. forse sarà il lavoro di domani

Ci pensi, noi saremmo contenti di avere l’occasione di accompagnarla a conoscere alcune realtà e persone. Senza presunzione, forse anche lei ne sarebbe contenta.  Sinceri saluti e auguri.

Per l’Osservatorio Migranti

aldo zanetta, alfonso buccino, antonella rolla, armando michelizza, filippo pesando, flora pellegrini, francesco zoccali, giorgio de bernardi, giovanni de witt, leda vanzolini, ottavia mermoz, paola de la pierre, pierangelo monti, pippo manzone, renato penati, rosanna tos, silvio salussolia, tarcisio farina 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Scontrini non a norma

Scontrino elettronico, CNA incontra le imprese per spiegarlo

Dal 1° gennaio 2020 entrerà in vigore l’obbligo generalizzato dello scontrino elettronico e soprattutto l’invio …

Capitale della cultura d’impresa: Alba batte Ivrea e Biella

Per un momento il presidentissimo di Confindustria Canavese Patrizia Paglia ci ha creduto davvero: fare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *