Home / Dai Comuni / IVREA. Le aziende del Canavese si riconvertono: producono mascherine
La EmmeVi di Cuceglio
La EmmeVi di Cuceglio produceva tappeti

IVREA. Le aziende del Canavese si riconvertono: producono mascherine

In Canavese diverse aziende hanno deciso di riconvertire l’attività per dare una mano nell’emergenza coronavirus. “Sfruttando capacità e competenze si sono messe a disposizione per realizzare parti di prodotti per il settore sanitario oppure hanno convertito temporaneamente la produzione per realizzare mascherine”, fanno sapere da Confindustria Canavese. Tra le prime la EmmeVi di Cuceglio specializzata nella produzione di tappeti. L’azienda, a tempo di record, ha avviato la produzione di mascherine per uso civile lavabili e riutilizzabili. Altre, come la Dex di Carema, la Ufs di Sparone, la Ergotech di Settimo Vittone e la Model Project di Scarmagno, hanno messo a disposizione apparecchiature e stampanti 3D per realizzare supporti medici, comprese le valvole Charlotte che trasformano le maschere da snorkeling in maschere per la terapia sub-intensiva. La PhoenixPCB di Ivrea, invece, sta producendo circuiti stampati destinati ad alcuni macchinari dell’ospedale di Brescia.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Il Carnevale di Ivrea in onda sulla BBC. Per #uncarnevalediricordi un milione di visualizzazioni Instagram

Nel 2021 il Carnevale si è fermato, ma non i ricordi di coloro che ne …

IVREA. L’emergenza “aiuta” il sindaco a fare quel che gli riesce meglio: il volontario

Se fare il sindaco è volontariato che cos’è il volontariato?  Il tempo del consigliere comunale (carica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *