Home / Turismo Grandi Eventi / Carnevale di Ivrea / IVREA. Il programma di Domenica dello storico carnevale

IVREA. Il programma di Domenica dello storico carnevale

 

Ecco il programma di una delle giornate clou dello Storico Carnevale di Ivrea: la Domenica di Carnevale.

 

Dalle 9 distribuzione dei fagioli grassi presso le Fagiolate del Castellazzo (piazza Maretta), San Lorenzo (Ex Polveriera), via Dora Baltea e San Bernardo (piazza della Chiesa).

Al Museo Civico Pier Alessandro Garda, venti interpretazioni di artisti, dagli anni ’50 ai giorni nostri, ripercorrono i momenti salienti dello Storico Carnevale di Ivrea con una esplosione di segni e colori.

 

Alle ore 9.30 il Giuramento di Fedeltà del Magnifico Podestà in piazza Castello. Il Podestà con il suo seguito e i Credendari, salendo per via della Cattedrale, si recano in piazza Castello per effettuare davanti all’antica sede del Comune il giuramento di fedeltà agli Statuti alla presenza del Corteo Storico. A seguire la visita della Mugnaia e del Generale alla Fagiolata Benefica del Castellazzo in piazza Maretta. Generale, Mugnaia ed il loro seguito fanno visita alla fagiolata per il rituale assaggio dei fagioli e per l’inizio della distribuzione delle razioni benefiche.

Sfilata dei Gruppi Storici ospiti (approfondimento a seguire)

Intanto il Podestà al Castellazzo scalza la pietra per la cerimonia della Preda in Dora dai ruderi del Castellazzo con l’antico martello d’arme. Alle 10.30 sul Ponte Vecchio il Podestà con il suo seguito ed i Credendari, accompagnato dagli Alfieri e dai Pifferi e Tamburi, volgendo le spalle al parapetto del ponte getta dietro di sé verso valle la pietra tratta dal Castellazzo pronunciando la frase “Hoc facimus in spretum olim Marchionis Montisferrati, nec permittemus aliquod aedificium fieri ubi erant turres domini Marchionis” (facciamo questo in dispregio del Marchese del Monferrato, né permetteremo che alcun edificio abbia a sorgere dove erano le torri del signor Marchese) in segno di rifiuto di ogni forma di tirannia. La Mugnaia con il Generale, lo Stato Maggiore e la Scorta d’Onore assistono alla Cerimonia dalla sponda destra del fiume.

 

Alle 13 l’inquadramento dei Carri da getto in corso M. d’Azeglio per verifiche e controlli. Vengono controllati, dal veterinario della Fondazione, tutti i cavalli sia a livello documentazione che stato fisico, compresa la correttezza delle ferrature agli arti. I controlli passano ai carri che devono avere in regola la documentazione di “bordo” (collaudo statico carro, brevetti conducenti, documenti cavalli per ASL) ed anche alcune corrispondenze al regolamento (sicurezza e misure del carro, maschere di protezione aranceri). Ultimo, non certo a livello di importanza, l’alcool test eseguito su tutti i conducenti da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza competenti. Dopo tutte le verifiche i carri vengono distribuiti nelle varie piazze di tiro in attesa dell’inizio della battaglia.

 

Alle 14 parte la Marcia del Corteo Storico da piazza di Città. Gli Alfieri con le Bandiere dei Rioni, i Pifferi e Tamburi, il Generale con lo Stato Maggiore, il Sostituto e gli Abbà a cavallo; la Banda Musicale, la Mugnaia con le Damigelle sul cocchio dorato trainato da tre cavalli bianchi; la Scorta d’Onore della Mugnaia; i Paggi a cavallo, il Mugnaio (Toniotto) sul carro dei rifornimenti, il Podestà sul carro con i Credendari a cavallo, i gruppi storici ospiti, percorrono il corso di gala: piazza di Città, via Arduino, piazza Gioberti, via Guarnotta, Ponte Vecchio, via Gozzano, piazza Lamarmora, corso Nigra, corso Cavour, corso Re Umberto, corso Gallo, corso Botta, piazza Balla, corso Massimo d’Azeglio, via IV° Reggimento Alpini (Ufficio del Turismo), via Cascinette, corso Massimo d’Azeglio, piazza Balla, via Palestro, piazza di Città.

Battaglia delle arance

Le nove Squadre a piedi danno vita alla Battaglia delle arance con i tiratori sulle Pariglie e sui Tiri a quattro suddivisi su due percorsi: interno (piazza Ottinetti e piazza di Città) ed esterno (Borghetto, piazza del Rondolino passando da Lungo Dora e piazza Freguglia).

 

Alle 17.30 la Generala in piazza Città. Al termine del giro Pifferi e Tamburi eseguono la Generala in onore del Generale.

 

Alle 21.30 lo spettacolo pirotecnico sul Lungo Dora in onore della Vezzosa Mugnaia.

 

Durante tutta la giornata il Villaggio arancio in corso Botta con l’ufficio postale distaccato che apporrà sulla cartolina l’annullo speciale figurato a ricordo dello Storico Carnevale di Ivrea edizione 2016, lo Shop dello Storico Carnevale di Ivrea, il punto informativo di Turismo Torino e provincia, lo stand della Fiera di San Savino, il FAI con i laboratori per i bambini e tanto altro ancora.

 

 

 

Gruppi storici ospiti

Durante tutta la giornata sfileranno i seguenti gruppi ospiti.

 

Coordinamento Gruppi Storici del Piemonte

Composto dai Dragoni Rossi SAR che rievocano la battaglia della Marsaglia del 1693; i Granatieri Brandeburghesi, rievocano la presa del castello di Pianezza liberandolo nel 1706 dall’occupazione francese; il Reggimento di Fanteria Svizzera Kalbermatten e il Reggimento Saluzzo, Armata del Duca e Reggimento Kalbermatten, 1690 con uniformi in uso al Reggimento Fucilieri del Duca Vittorio Emanuele II e ai reggimenti di fanteria Svizzera che parteciparono alla leggendaria battaglia dell’Asietta; il Reggimento di Fanteria Mista Straniera Desportes Kalber, nel 1703 il Duca Vittorio Emanuele II stipula un contratto con il colonnello Ludovico De Portes affinché provveda alla creazione edal mantenimento di un reggimento composto da stranieri che parteciparono ai principali eventi bellici europei tra il 1603 e il 1739; il Reggimento di Fanteria Nazionale.

 

Guardia Nazionale

Banda musicale della Guardia Nazionale 1848-1861 di Confienza (PV). Composta da 25 elementi nasce nel 1925 quale corpo musicale cittadino i suoi componenti indossano uniformi risorgimentali italiane le musiche d’epoca sono tratte da archivi rigorosamente storici, densi di calore e significato sono alcuni pezzi come la Bella Gigogin e la Radetzchi March.

 

 

 

Corpo Musicale S. Cecilia Concorezzo (provincia Monza Brianza)

Costituito nel 1881 è composto da 30 elementi, oltre a pezzi musicali classici e tradizionali la banda si è specializzata nel Marching Band. Nel 2003 partecipa al campionato mondiale di parata tenutosi a Monza, dal 2003 al 2006 interviene con ottimi risultati a tutte le edizioni di Marching Show nella categoria “parata stop and play”. Dal 2007 si iscrive al campionato nazionale nella specialità “parata free-style” classificandosi nel 2008 campione d’Italia. L’uniforme adottata e’ quella tipica delle fanfare militari italiane.

 

Gruppo Storico Pietro Micca della Città di Torino

Costituito nel 1974 è composto da 90 elementi all’interno dell’Associazione del Museo Pietro Micca di Torino. Le uniformi e le armi in uso al gruppo sono una ricostruzione particolareggiata e fedele degli equipaggiamenti degli antichi reggimenti sabaudi; degni di menzione sono gli esercizi militari con comandi in antica lingua francese, il caricamento dei fucili a pietra focaia, il passo di carica, il lancio delle granate ed il fuoco di artiglieria. Ogni manovra e movimento rispetta rigorosamente quelli riportati sugli antichi manuali di addestramento.

 

Reggimento Provinciale d’Ivrea anno 1796 Primo Battaglione

La compagine recentemente costituita ad Ivrea da un gruppo di volenterosi e meritevoli appassionati delle tradizioni locali sfila a cavallo indossando le originali uniformi del Reggimento Provinciale di stanza ad Ivrea costituito il 08/06/1714 e sciolto il 09/12/1798.

 

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

Imparare da Olivetti – I negozi

Sulla storia della Olivetti sono state scritte pagine e pagine di approfondimenti ed analisi. L’esperienza …

SAN BERNARDINO

Sono cosciente del fatto che, riguardo al personaggio di cui parlerò oggi, agli Eporediesi non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *