Home / Dai Comuni / IVREA. Il cambiamento
Municipio ivrea
Municipio ivrea

IVREA. Il cambiamento

Riprendo la rubrica che Pierre Blasotta ha seguito per anni, lo ringrazio per la costanza e l’impegno. Sono stato eletto come consigliere comunale di Ivrea per il Movimento Cinque Stelle, sono riconoscente alle persone della lista, ai simpatizzanti e ai cittadini che hanno partecipato e votato.

Molti in città sperano in un cambiamento, il voto delle amministrative lo mostra in modo evidente. Sarà quindi un lavoro costruttivo quello che cercheremo di attuare dai banchi della minoranza, prima di tutto perseguendo il “bene” della nostra Comunità”.

Il cambiamento che auspichiamo, per essere reale, deve realizzarsi in diversi ambiti: nuovo rapporto in Consiglio comunale tra minoranza e maggioranza, rinnovata relazione tra l’Amministrazione e i cittadini, cambiamento attraverso una visione del futuro, superamento del “sistema di potere”.

Durante l’ultima consiliatura è mancato un rapporto di vera collaborazione tra maggioranza e opposizione: mozioni importanti ed utili sono state bocciate per partito preso, altre approvate non sono mai diventate operative perché scomode, interrogazioni che segnalavano situazioni di pericolo per l’ambiente e la popolazione hanno avuto risposte superficiali e non documentate, non hanno prodotto opportune azioni. I consiglieri di minoranza rappresentano migliaia di cittadini, devono essere rispettati ed è necessaria quindi una collaborazione.

Il cambiamento deve inoltre rivoluzionare il rapporto tra il Governo della città e i suoi cittadini.

Abbiamo constatato un pressoché completo isolamento dell’ultima Giunta dalle parti vive nella nostra comunità. Gli assessori non hanno saputo incontrare e confrontarsi con i cittadini, con le associazioni, con il mondo produttivo, è mancata una vera relazione. 

L’amministrazione durante le ultime due legislature non ha saputo individuare una via di progresso per Ivrea, è mancata una visione per il futuro. Il cambiamento deve saper individuare le possibili vie per alleggerire e superare la profonda crisi economica, sociale e culturale in cui siamo caduti.

Da ultimo, ma solo per la difficoltà dell’impresa, il cambiamento dovrà essere capace di superare il sistema di amicizie, favori e interessi che la continuità politica di decenni ha creato. Si tratta di dare responsabilità a persone nuove e competenti nelle partecipate, nei consorzi, nelle fondazioni, in diversi enti. Forze nuove possono esprimersi e portare il “bene” nella nostra Comunità, ciò sarà possibile solamente se nel tempo si supererà un “sistema di potere” che ha garantito alcuni e sfavorito la città.

Il cambiamento nelle sue diverse forme è complicato e impegnativo, noi del Movimento 5 Stelle eravamo pronti per cercare di realizzarlo, ma non abbiamo vinto la competizione elettorale. Ciò nonostante, resta il nostro spirito costruttivo che favorirà forme e scelte concrete di rinnovamento. Su queste basi saremo disponibili a dialogare con tutti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

RIVARA. “Data Officine” promuove la rassegna “Cinema d’Impresa all’aperto”

Data Officine, storica azienda familiare di Rivara attiva nel Canavese sin dagli inizi del Novecento, …

Il sindaco di Saluggia, Firmino Barberis

SALUGGIA. Solo chiacchiere e distintivo (e tanti soldi)

Facciamola tutta, allora, la storia. Firmino Barberis al Comune di Saluggia è stato – nell’ultimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *