Home / Turismo Grandi Eventi / Patronale di San Savino / IVREA. I segni della festa patronale
san savino
san savino

IVREA. I segni della festa patronale

La “passione secolare” scelta come slogan di questo San Savino 2015 si traduce in due immagini assai potenti che hanno il compito di promuovere la manifestazione: due cavalli frisoni, splendidi e possenti con le criniere la vento così come li ha ritratti l’obiettivo esperto e magico di Franco Marino e ancora una carrozza trainata da cavalli con tanto di cocchiere alla guida che viene raffigurata in un’installazione larga sei metri e alta due e mezzo, tutta in acciaio inox, collocata dal giorno di San Giovanni presso la Fontana di Camillo Olivetti e realizzata dalla Seinox di Ettore Seghezzi per diventare il simbolo della festa in questi giorni di luglio. I due cavalli frisoni sono il logo di ben 500 manifesti, 800 locandine e 25 mila libretti con il programma degli eventi che sono in distribuzione in questi giorni. “La migliore pubblicità è comunque la tradizione di questa festa – spiega Renzo Galletto – e il miglior richiamo è il passaparola fra persone, dobbiamo far stare bene la gente a San Savino, incuriosirla e convincerla”. La grande carrozza in acciaio, invece, è un’icona che si completa, in scala, in un gadget realizzato per volontà dello stesso Presidente Galletto e che la propone sullo sfondo del Castello, quasi a sintetizzare la “filosofia” di questa Patronale di San Savino, cioè quella di unire la tradizione equestre con le bellezze e la storia della città per ottenere un richiamo turistico e per sottolineare il fascino speciale di questo territorio delimitato dalla sagoma severa e millenaria della Serra.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

IVREA. Diavoli (più di 100 foto e potresti esserci anche tu). Corri in edicola!

“Lasciate ogne speranza voi ch’intrate”. Il  benvenuto all’ingresso del Rondolino non lascia presagire nulla di …

IVREA. Tuchini (più di 100 foto e potresti esserci anche tu). Corri in edicola!

Correva l’anno 1963. Un gruppo di ragazzi del Borghetto “capeggiato” da Enrico Piatti e Davide …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *