Home / Dai Comuni / IVREA. Educational turistico in Canavese organizzato dal Gruppo Turismo di Confindustria
Al castello di Pavone

IVREA. Educational turistico in Canavese organizzato dal Gruppo Turismo di Confindustria

Si è svolto giovedì 10 e venerdì 11 maggio scorso il primo Educational turistico a Ivrea e in Canavese organizzato dal Gruppo Turismo, Cultura e Sport di Confindustria Canavese, attraverso la propria Filiera Canavese Turismo, in collaborazione con Turismo Torino e Provincia. Obiettivo dell’iniziativa era accompagnare operatori professionali del settore del turismo alla scoperta delle eccellenze del Canavese attraverso itinerari storici, culturali, naturalistici ed enogastronomici per scoprire il nostro territorio come location da proporre alla clientela come prossima meta per turismo ed eventi.

 

Pur alla sua prima edizione, l’iniziativa ha registrato un numero di adesioni anche al di sopra delle aspettative; sono state ben 18 le organizzazioni che si sono iscritte tra Tour operator ed agenzie viaggi (compresi due dedicati all’enogastronomia e all’enoturismo), organizzatori di eventi e Cral (le associazioni ricreative e turistiche aziendali), per un totale di 22 partecipanti. La provenienza dei visitatori era molto variegata: Lombardia, Veneto, Lazio, Sicilia e naturalmente Piemonte. Da sottolineare anche la presenza di due operatori tedeschi, specializzati in un caso in viaggi ed eventi e nell’altro nella proposta di ville e appartamenti vacanza.

 

“Oltre al numero di partecipanti, – ha affermato Maria Aprile, presidente del Gruppo Turismo Cultura e Sport di Confindustria Canavese – è stata particolarmente incoraggiante anche la risposta degli ospiti che, in larga parte, non erano mai stati nel nostro territorio; tutti hanno espresso apprezzamento, colpiti dai castelli e dalla natura ma anche incuriositi dalle numerose opportunità di visita e stuzzicati dall’enogastronomia.”

Al Castello di Masino

Il successo dell’iniziativa è stato reso possibile grazie al prezioso supporto di alcuni Operatori turistici membri del Gruppo Turismo, Cultura e Sport che hanno messo a disposizione dei partecipanti gratuitamente i pernottamenti, i pasti e i trasporti; senza questa disponibilità l’iniziativa dell’Educational tour, organizzata senza l’ausilio di contributi pubblici, non si sarebbe potuta realizzare; si tratta di: Canavese Golf & Country Club, Castello di Parella – Vistaterra, Castello di Pavone, SGS Hotel La Villa e Hotel Crystal Palace, Hotel Gardenia, Hotel Villa Soleil, Kubaba Viaggi, Laboratorio Museo Tecnologic@mente, Spazio Bianco-Vigna del Belvedere, Trattoria Moderna il Simposio, Tenuta Roletto, Villa d’Azeglio.

 

Il programma della due giorni (anche se alcuni ospiti hanno poi prolungato il soggiorno fino a sabato 12 maggio) era una vera e propria full immersion nel Canavese. Gli Educational tour, infatti, sono viaggi molto particolari e intensi, in cui vengono proposte molte visite in poco tempo e da cui gli operatori possono trarre spunti e idee per i viaggi che dovranno progettare in futuro.

 

 

Effettivamente il percorso è stato nutrito e variegato e includeva visite ai Castelli del territorio, percorsi all’aria aperta tra i vigneti, sulla Serra morenica e lungo tratti della Via Francigena, momenti di incontro con l’enogastronomia locale, visita ai siti di Ivrea oggetto della candidatura UNESCO e agli edifici più rappresentativi della cultura Olivetti. Un viaggio particolarmente apprezzato da tutti i partecipanti che hanno potuto conoscere, vivendoli in prima persona, sia i servizi offerti dalla filiera turistica canavesana sia l’unicità di una terra che ha molto da offrire a chi sceglie di visitarla.

Oltre a Maria Aprile, presidente del Gruppo Turismo Cultura e Sport, Mara Iorio e Giulia Presbitero hanno accolto gli ospiti e li hanno accompagnati nelle due giornate di Tour, a cui hanno presenziato anche Chiara Crovella e Alessandra Tormena di Turismo Torino e Provincia e la guida turistica Laura De Nardi, incontrando di volta in volta vari operatori locali che a turno hanno guidato gli ospiti alla scoperta del territorio.

Laura Salvetti ha raccontato il Museo Tecnologic@mente mentre un rappresentante delle Spille d’Oro Olivetti ha illustrato il Museo a cielo aperto MAAM e la Chiesa di San Bernardino; Elisa Gusta ha presentato il Carnevale di Ivrea, mentre lo scultore Brenno Pesci ha fatto conoscere ai partecipanti le tradizionali Ceramiche di Castellamonte; l’enologia è stata invece presentata da Domenico Tappero Merlo, Gian Luigi Orsolani dell’omonima cantina e una rappresentante della Cantina dei Produttori del Nebbiolo di Carema. Il sindaco di Bollengo, Sergio Ricca, e Paolo Facchin, presidente dell’Associazione Via Francigena di Sigerico hanno illustrato il tratto canavesano del percorso.

Franco Ferrero (Direttore del Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese) e Simona Marra del Tour Operator Life in Progress hanno invece raccontato cosa possono offrire ai turisti le Valli del Canavese, il Gran Paradiso e la Valchiusella. Ampio spazio è stato dedicato allo sport outdoor: Barbara Bellardi di Bike@round con Marco Candellieri sulle opportunità per gli amanti della bicicletta, Davide Enrione della Palestra K3 per l’arrampicata, Claudio Aimone di Sparavel sul parapendio; infine, per gli sport acquatici Mario Mottino del Comune di Candia ha parlato del Parco Naturale del Lago di Candia, ed è stata effettuata una presentazione della canoa fluviale e delle prossime gare internazionali allo Stadio della Canoa di Ivrea.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Orleto Verre

CHIAVERANO. Il paese scosso per l’improvvisa scomparsa di Orleto Verre

La scorsa notte è mancato improvvisamente Orleto Verre a soli 63 anni. Una scomparsa del …

CALUSO. Rimoborsi per il Covid, Sardi: “Oltre il danno la beffa!”

Che il sistema non stesse funzionando, Silvio Sardi, 57 anni, proprietario dell’Hotel Erbaluce di Caluso, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *