Home / In provincia di Torino / IVREA. Dalla Ico-Valley alla Cape Canaveral Valley, una super cazzola tira l’altra….
virginia tiraboschi

IVREA. Dalla Ico-Valley alla Cape Canaveral Valley, una super cazzola tira l’altra….

L’idea è questa. Una stazione missilistica per trasformare il Canavese nel centro mondiale dell’esplorazione spaziale e dei viaggi di andata e ritorno sulla luna o, perchè no, anche su Marte.  Esiste un gruppo di lavoro (lo studio associato in cui lavora l’assessore Michele Cafarelli) che da 10 mesi sta lavorando alle slide e non è detto che nelle prossime settimane il centrodestra, in pompa magna, non organizzi uno bella conferenza stampa alle Officine H per illustrare il progetto, collegato all’Unesco, ad Adriano Olivetti, alla fabbrica dei mattoni rossi e a via Jervis. Per carità ci vorranno tanti soldi, non c’è ancora un accordo con la Nasa, il Ministro dello sviluppo economico non è stato messo al corrente, ma ad un’ideona così è impossibile che qualcuno possa dire di no.

Sei arrivato fin qui

Oramai un numero sempre più grande di cittadini si informa attraverso la rete, senza dover pagare nulla. La verità è che fare informazione e farla bene, essere liberi e indipendenti, ha un costo e non sempre della “rete” ci si può fidare. Se ci leggi e ti piace quello che noi scriviamo puoi aiutarci a continuare a fare il nostro lavoro per il prezzo di un caffè alla settimana. E se credi che l’informazioni sia anche uno strumento di libertà puoi aiutarci come “sostenitore” abbonandoti a “La Voce Più”.

Infinitamente grazie,
Liborio La Mattina
Direttore Responsabile La Voce

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

IVREA. No alla censura, CasaPound imbavaglia la statua di Ettore Perrone

Un bavaglio apposto dai militanti di CasaPound sulla statua di Ettore Perrone nel centro di …

BOLLENGO. Se il cinghiale passeggia tranquillamente nella via centrale del paese

Oramai siamo invasi dai cinghiali. L’alta sera, intorno alle 23, ce n’era una che tranquillamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *