Home / Dai Comuni / IVREA. “Crowdfunding” per l’Arduino

IVREA. “Crowdfunding” per l’Arduino

L’obiettivo è di raccogliere 5 mila euro. Ne sono stati raccolto cica 600 e mancano poco meno di una trentina di giorni per raggiungere il risultato sperato.  L’Istituo Arduino ci crede. Ci credono gli insegnanti e ci credono pure gli studenti.

Come? Con  “Arduino School Blog” una campagna di crowdfunding lanciata  giovedì 16 marzo dal primo Istituto comprensivo, un modo per sovvenzionarsi che si sta sempre più diffondendo nella scuola e sta diventando un modo innovativo per sostenere l’attività didattica.

In pratica si tratta di questo: si lancia una campagna di raccolta fondi appoggiandosi ad uno dei diversi siti specializzati con l’intento di raggiungere una determinata somma entro una data prestabilita.

Il progetto promosso dalla scuola eporediese si inserisce all’interno dell’iniziativa FastUp School, nata dalla collaborazione tra MIUR, Fastweb ed Eppela e che sostiene progetti digitali attraverso la  modalità del finanziamento on line.

Scopo del progetto è realizzare una piattaforma digitale attraverso la quale far conoscere e condividere attività, materiali e contenuti elaborati dagli studenti anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Verranno sviluppati temi legati alla promozione del territorio, della storia e della cultura di Ivrea visti attraverso gli occhi degli allievi. La finalità è avviare gli studenti dei vari ordini di scuola a un uso consapevole, critico e responsabile delle nuove tecnologie, sviluppando la loro creatività, lo spirito di collaborazione e, soprattutto, aprendo una porta tra la scuola, le famiglie e il territorio.

I fondi raccolti verranno utilizzati per acquistare strumenti utili per la produzione dei contenuti della piattaforma, software didattici e

attrezzature.

Sarà sufficiente raccogliere la metà della somma prevista, poiché la restante verrà finanziata da Fastweb. Numerose le ricompense che sia gli stessi studenti, sia vari enti culturali e ricreativi del territorio hanno messo a disposizione a quanti vorranno sostenere l’iniziativa.

Digitale per l’antico. 

Tra i progetti che si voglioono realizzare uno riguarda il “digitale per l’antico”. “È possibile coniugare il digitale con gli antichi mestieri di una volta? – si chiedono le insegnanti e gli studenti – Con i fondi ottenuti vogliamo provarci. Nella nostra piattaforma realizzeremo un archivio digitale documentativo degli antichi mestieri. Visiteremo i musei della civiltà contadina (ad esempio La steiva a Piverone http://www.comune.piverone.to…., il Museo della sedia ad Azeglio http://www.ecomuseoami.it/inde…), andremo a scovare gli artigiani che ancora vivono e operano sul nostro territorio (palliatori di sedie, scalpellini, casari, viticultori), li inviteremo nella nostra scuola o li andremo a trovare presso le loro botteghe. In questo modo i ragazzi comprenderanno come sia possibile, valorizzando alcune realtà anche minori del territorio, avviare un’attività imprenditoriale. Gli abitanti di Azeglio, ad esempio, riuscirono ad evitare il dramma dell’emigrazione utilizzando l’erba palustre intorno al lago (la “lesca”) per avviare una fiorente e originale attività di impagliatura delle sedie, che contraddistinse il paese per decenni. Gli studenti documenteranno  quanto raccolto e imparato mediante videointerviste o tutorial.”

Per saperne di più sulla campagna di crowdfunding e sulle ricompense previste:

https://www.eppela.com/it/projects/12116-arduino-school-blog

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Lettera aperta a Gillardi. C’era una volta lo “Speciale Mugnaia”

Egregio presidente dello storico carnevale di Ivrea Piero Gillardi e pc Sindaco di Ivrea Sentinella …

IVREA. Festival dell’architettura: terzo posto per Ivrea (comunicato stampa del Comune)

Festival dell’Architettura: il progetto del Comune di Ivrea selezionato tra i vincitori del Bando della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *