Home / Dai Comuni / IVREA. Coronavirus: i grafici del contagio in Canavese
Ospedale Ivrea
Ospedale Ivrea

IVREA. Coronavirus: i grafici del contagio in Canavese

Grafici coronavirus

Si fa sempre più difficile la situazione negli ospedali dell’Asl To 4 per l’emergenza coronavirus.

Chivasso è quasi pronto a diventare l’ospedale “Covid-19” di rifermento per tutta l’azienda: sono almeno 150 i pazienti affetti da coronavirus ricoverati nei reparti che sono stati ricavati al sesto, al quinto e al quarto piano. 

Posti letto sono stati recuperati anche in medicina e all’Utic. 

La pediatria è stata “trasferita” a Ciriè e l’ostetrecia ad Ivrea. E’ da giovedì scorso che non vengono effettuati ricoveri e, via via, sono state mandate a casa tutte le neo mamme. A Chivasso si gestiscono solo più le emergenze. 

Chi deve partorire viene mandato al punto nascita di Ivrea, dunqueUna decisione sofferta,  data l’emergenza.

Intanto, nell’ospedale eporediese, sono una cinquantina i pazienti positivi al coronavirus, ospitati nei reparti di ortopedia e neurologia. I “sospetti” sono ricoverati in oncologia e “week surgery”.

Mentre la politica chiede a gran voce l’apertura del vecchio ospedale di Castellamonte (altro servizio a pag. 27), c’è la possibilità concreta che il pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgné – così come già successo in altre realtà – venga chiuso di notte per reperire risorse mediche da destinare altrove. Qui sono 24 i posti letto che potrebbero essere disponibili all’occorrenza, ma i medici sono “all’osso”: nel nosocomio cuorgnatese sarebbero quattro i dottori che sarebbero risultati positivi al coronavirus.

A Ciriè i positivi in ospedale sarebbero più di cento: 105 per l’esattezza divisi tra otorino-oculistica, urologia, chirurgia, medicina e neurologia.

La sensazione, in generale, è che quella che si è appena aperta sarà una settimana decisiva per il coronavirus. E, anche, per la nostra sanità

In Piemonte

Questo pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è salito a 88 (+13 rispetto a ieri), cosi suddiviso su base provinciale: 5 in provincia di Alessandria, 10 in provincia di Asti, 2 in provincia di Biella, 12 in provincia di Cuneo, 7 in provincia di Novara, 34 in provincia di Torino, 10 in provincia di Vercelli, 3 nel Verbano-Cusio-Ossola, 5 provenienti da altre regioni.

Altri 243 sono “in via di guarigione”, cioè risultati negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e attendono ora l’esito del secondo.

61 DECESSI, 795 MORTI COMPLESSIVI

Sono 61 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati questo pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 1 in provincia di Alessandria, 3 in provincia di Asti, 1 in provincia di Biella, 3 in provincia di Cuneo, 1 in provincia di Novara, 35 in provincia di Torino,14 in provincia di Vercelli, 2 nel Verbano-Cusio-Ossola, 1 provenienti da fuori regione,

Il totale complessivo è ora di 795 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 156 ad Alessandria, 35 ad Asti, 69 a Biella, 53 a Cuneo, 104 a Novara, 271 a Torino, 46 a Vercelli, 47 nel Verbano-Cusio-Ossola, 14 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

SITUAZIONE CONTAGI

Sono 8.835 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 1.287 in provincia di Alessandria, 407 in provincia di Asti, 477 in provincia di Biella, 687 in provincia di Cuneo, 741 in provincia di Novara, 4.193 in provincia di Torino, 456 in provincia di Vercelli, 382 nel Verbano-Cusio-Ossola, 83 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 122 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 454.

I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 26.578, di cui 15.283 risultati negativi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Dell’impiego ovvero dello Statuto dei lavoratori

Il professor Carlo Ossola (dovrebbero tremarmi le vene dei polsi solo a scriverne il nome), …

IVREA. Italgas acquista il 15% di Aeg Reti Distribuzione

Italgas società quotata alla borsa di Milano, specializzata nell’attività di distribuzione del gas, con oltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *