Home / BLOG / IVREA. Ci mancava un po’ d’aria fritta E dopo l’ospedale la ferrovia
treni

IVREA. Ci mancava un po’ d’aria fritta E dopo l’ospedale la ferrovia

Forse uno psicologo di buona fama potrebbe fornirci qualche interpretazione certamente più qualificata, ma è certo che, da qualche tempo, le politica locale, nella sede del Consiglio Comunale e nei suoi dintorni, vive un eccesso di “nostalgismo territoriale” che mi sembra quantomeno inquietante.

La “saga” è iniziata con il ritorno [...]

Se vuoi continuare a leggere questo contenuto devi essere abbonato all'edizione digitale. Se hai già un abbonamento effettua il login, altrimenti vai sul nostro STORE (cliccando qui) e acquistane uno.


Commenti

Blogger: Alberto Tognoli

Alberto Tognoli
Dalla parte dei cittadini

Leggi anche

BRANDIZZO. “Troppe febbri” e il sindaco emana altre restrizioni

E’ allarmato il sindaco di Brandizzo Paolo Bodoni. Lo è da medico e da primo …

perrone

ETTORE PERRONE

Scendendo diagonalmente da Piazza Ferruccio Nazionale (Piazza di Città) verso la Dora, percorrendo Corso Cavour …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *