Home / Eventi / Altri Eventi / IVREA. Carnevale. Domani verranno benedette tre nuove bandiere
Il balcone degli Alfieri

IVREA. Carnevale. Domani verranno benedette tre nuove bandiere

Il giorno dell’Epifania, durante la Santa Messa in Duomo, debutteranno le nuove bandiere di Torre Balfredo, Sant’Ulderico e San Salvatore, attività promossa dall’Associazione Alfieri con il prezioso contributo della Fagiolata di Torre Balfredo, degli Aranceri del carro “I Paladini di Sant’Ulderico” e l’Ordine Goliardico Auc SASO e la Curia dell’AUC.

Gli Alfieri aprono la Marcia del Carnevale di Ivrea portando le bandiere storiche delle Parrocchie o rioni cittadini, compito che in passato veniva affidato a persone ingaggiate e raggruppate casualmente dal Comune.
Dal 1996, un gruppo di giovani amici (originato dal gruppo arbitrario degli Eporediae Paçdaran) su incarico dell’allora Generale Paolo Bravo, si è offerto di ricoprire questo ruolo, riorganizzando la gestione del servizio di portabandiera e rivalutandone l’immagine.

Nel 1998 il gruppo ha costituito l’Associazione Alfieri, confermando la disponibilità ad aprire il Corteo Storico rendendo onore agli antichi vessilli ed alle nove parrocchie cittadine che essi rappresentano e attivandosi attraverso nuove importanti azioni volte a riqualificare l’immagine degli Alfieri e a riaffermare l’importanza delle bandiere. Rientra in queste iniziative l’introduzione delle nuove divise che recano i colori della Città e il rifacimento dell’antica bandiera del rione di San Pietro e Donato, che era andata perduta e mancava da tempo nella Marcia. Nel 2006 hanno inoltre completato il lavoro di digitalizzazione delle bandiere allo scopo di garantire l’archiviazione e la conservazione perenne della loro configurazione originale.

Per l’edizione 2020 dello Storico Carnevale di Ivrea l’Associazione Alfieri si è fatta promotrice di un’altra importante iniziativa: il rifacimento delle bandiere di Torre Balfredo, Sant’Ulderico e San Salvatore ormai logore perché in uso da molti anni. Un lavoro di grande importanza affidato ad un abile sarto che ha impiegato mesi di minuzioso lavoro per ricercare materiali, stoffe e passamanerie esattamente identici a quelli originali per restituire un lavoro assolutamente fedele.

Questo importante lavoro non sarebbe stato possibile senza il generoso supporto di alcuni sostenitori: la Fagiolata di Torre Balfredo, gli aranceri del carro “I Paladini di Sant’Ulderico” e l’Ordine Goliardico Auc SASO e la Curia dell’AUC.

Le tre nuove bandiere lunedì 6 gennaio verranno benedette durante la Santa Messa in Duomo ed entreranno ufficialmente in servizio. Le vecchie bandiere verranno esposte in Credenza, sede della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea.

La bandiera di San Salvatore
Misura 135 cm in altezza e 140 in larghezza e viene montata su un’asta rivestita in velluto di colore marrone. Presente nel Carnevale dal 1836, fu sostituita una prima volta nel 1899 con quella rifatta in occasione dell’Esposizione Generale Italiana di Torino del 1898 e rimpiazzata nel 1933. È adorna di un quadrato beige scuro in campo beige chiaro con sul fronte la scritta “Viva San Salvatore” e sul retro la scritta “Borgo di Bando”. I quattro cantoni del campo sono adorni di altrettante fronde stilizzate di colore beige scuro separate da foglie quadrilobate. La bandiera attuale fu donata nel 1986 dai Generali e Sostituti Gran Cancellieri appartenenti all’Ordine della Mugnaia in sostituzione di quella rifatta nel 1959.
La bandiera di Sant’Ulderico
Misura 120 cm in altezza e 125 in larghezza e viene montata su un’asta rivestita in velluto di colore verdone. Presente nel Carnevale dal 1842, fu sostituita una prima volta nel 1899 con quella rifatta in occasione dell’Esposizione Generale Italiana di Torino del 1898 e rimpiazzata nel 1933. È ornata in campo dorato bordato di beige da un riquadro verde contornato ai quattro cantoni da nastri beige. Al centro del riquadro, attorniato da quattro fiori marroni quadrilobati, compaiono in un rombo color avorio: sul fronte una mitra sovrapposta alla croce ed al pastorale, a richiamare la dignità vescovile rivestita dal patrono della Parrocchia, sul retro la scritta a ricamo: “Viva Sant’Ulderico 1984” anno in cui la nuova bandiera fu donata dai coniugi Guidetti.
La bandiera di Torre Balfredo
Misura 140 cm in altezza e 175 in larghezza e viene montata su un’asta rivestita in velluto di colore rosso granata. È una bandiera interzata, cioè divisa in tre fasce verticali di uguali dimensioni. Nel primo terzo compare: in alto, in campo azzurro orlato di rosso, un’aquila ad ali spiegate con sul petto lo stemma di Ivrea; nella parte inferiore un rettangolo a bande alternate oblique, rosse e bianche, orlato d’azzurro. Nel terzo centrale in capo bianco un grifo eretto, dipinto di rosso, regge con le zampe anteriori una torre merlata simbolo della frazione, mentre dall’alto e dal basso si irraggiano verso l’interno tre fiamme, azzurre, gialle e rosse. Nell’ultimo terzo compaiono: in alto un rettangolo a bande alternate oblique, rosse e bianche, orlato d’azzurro e in basso in campo azzurro orlato di rosso una chiave dorata, a significare la funzione di avamposto del territorio cittadino svolta dalla frazione. La bandiera attuale fu donata nel 1985 da Grazia Olivetti Galletti (Mugnaia1956), Mimma Galardi Lizier (Mugnaia 1961), Lalla de’ Liguori Olivetti (Mugnaia 1979) e Davide Olivetti (Generale 1981).

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. TirumaPiFort, passione diventata realtà vincente

CHIVASSO. TirumaPiFort, passione diventata realtà vincente Ci sono passioni che nascono già da piccolini, quando …

SAN GIORGIO. Uccise il padre della fidanzata, condanna a 18 anni per Laforé

Diciotto anni con il rito abbreviato. E’ la condanna inflitta oggi, dal tribunale di Ivrea, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *