Home / In provincia di Torino / IVREA. Alla vigilia la sacra rappresentazione
sacra rappresentazione

IVREA. Alla vigilia la sacra rappresentazione

Sabato scorso in Sala Santa Marta si è svolto regolarmente l’appuntamento “La Natività tra Tradizione e Territorio”,  iniziativa Storico Culturale legata alla Sacra Rappresentazione Medievale della Natività.

L’interessante e suggestiva serata ha visto la partecipazione del Coro della Cattedrale diretto da Paolo Bersano e del Coro CAI La Serra diretto da Ottorino Zilioli.

Il filo conduttore della serata, ideata dal direttore artistico dell’ Associazione Artistico Culturale “Il Diamante”, Davide Mindo è stato quello di parlare di Natività e Territorio alternando le esibizioni dei cori agli interventi dei diversi relatori che hanno saputo ottimizzare il tempo a disposizione con interventi brevi ma intensi e pregni di spessore culturale.

Silvio Ricciardone, docente del Liceo Carlo Botta ha parlato del Codice di Warmondo. Il Direttore Paolo Bersano, ha proposto una guida all’ascolto dei brani provenienti dal territorio canavesano, tra liturgia e tradizione popolare.

Lo storico Fabrizio Dassano, ha poi analizzato il testo eporediese dell’ XI secolo conservato all’interno della biblioteca capitolare costituito da una completa didascalia all’interno della quale sono fornite le indicazioni per la messa in scena della natività  all’interno della chiesa, definendone ruoli dei figuranti e relative battute.

E’ stata poi la giovanissima Martina Gueli ad incantare il pubblico presente, illustrando la scena della natività presente negli affreschi dello Spanzotti nella Chiesa di San Bernardino, indicandone analogie e differenze rispetto ad altre raffigurazioni realizzate nel corso dei secoli.

A concludere il ciclo di interventi Don Andrea Plichero il cui intervento si è concentrato sul valore della liturgia nella tradizione popolare..

Le diverse esibizioni dei cori hanno saputo regalare emozioni e suggestioni a non finire, che sono letteralmente culminate nel gran finale con il  brano “In Dulci Iubilo”, cantato insieme dai due cori.

“Vorrei inoltre sottolineare – ha commentato il direttore artistico Davide Mindo il lodevole operato dei direttori Paolo Bersano e Ottorino Zilioli che han creduto in questa iniziativa, scegliendo brani che avessero attinenza ai temi trattati”.

Adesso l’appuntamento è per il  24 Dicembre a partire dalle 23:30, in piazza Duomo, con il quadro vivente della Sacra Famiglia. Verso le 23:45 l’evento toccherà il suo apice con la nascita del bambin Gesù e alle 24 all’interno del Duomo verrà officiata la S.S. Messa di Natale da parte del Vescovo di Ivrea Monsignor Edoardo Cerrato. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, costituisce il preludio alla  Terza Edizione della Sacra Rappresentazione Medievale della Passione di Cristo che si terrà sabato 24 Marzo.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Partorire come a casa, ‘stanza Aurora’ all’ospedale

L’Asl To4 ha inaugurato, nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Ivrea, la Stanza …

Ospedale Regina Margherita

VENARIA. Avvelena figlio, poi tenta suicidio: madre era depressa

I pianti di suo figlio, il doverlo accudire, le sembravano una responsabilità insormontabile. Per questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *