Home / BLOG / ISSIGLIO. Al via il rifacimento del campo

ISSIGLIO. Al via il rifacimento del campo

Ad Issiglio sono iniziati i lavori per la ristrutturazione del cimitero, in concomitanza con la commemorazione dei defunti. Da tempo la situazione era bloccata visti i tempi di crisi che hanno fatto aumentare i costi già dal 2010. Il sindaco Antonio Oberto Petto lamenta una sussidiarietà al contrario per quanto riguarda l’elargizione dei fondi necessari per l’adempimento delle opere pubbliche da parte degli organi regionali a cui il comune deve provvedere. Resta, tuttavia, positivo riguardo alla riuscita delle manutenzione delle opere pubbliche che l’amministrazione si è prefissata per la fine dell’anno. Di fatti, è iniziato il rifacimento del campo polivalente che tra le altre attività offre la possibilità di usufruire di un campo da tennis e da bocce: gli spogliatoi, il cancello, le reti da campo saranno ammodernati. Altrettanto importante l’avvio della ricostruzione della recinzione del torrente Savenca. “Non siamo eccessivamente preoccupati per le condizioni meteo attuali e l’ingrossamento delle acque del torrente. È a livello di elargizione di fondi pubblici che ci aspettavamo qualcosa di diverso” commenta Petto. “Alcune delle nostre strade dovrebbero esser pulite o riformate ma ci occorrono delle sovvenzioni extra dato che il comune da solo non può provvedervi. La strada 61 di Issiglio, completamente in degrado, è stata pulita solo di recente dall’erba alta che la infestava grazie ai volontari dell’associazione Gran Piemonte per una rievocazione storica che stavano organizzando in Valchiusella”. Come se non bastasse secondo il sindaco, nel territorio attorno ad Issiglio si sta registrando un progressivo abbandono delle abitazioni montane e questo indurrebbe la Regione a dare la precedenza ad altri comuni che contano più residenti e sono lontani dalla montagna per i loro interventi sulle strade. “La gente un tempo occupava tutto il territorio della montagna e la regione provvedeva a mantenere pulito il territorio ma ora non più” prosegue il sindaco. Un esempio di trattamento differente si è avuto per la riparazione del ponte di Issiglio sul Savenca che deve ancora avanzare, a differenza del ponte di Vistrorio a cui sono stati dati gli aiuti del caso. “Bisogna correre ai ripari per evitare, anche in piccolo, lo stesso disastro accaduto a Genova. Chiediamo, quindi, maggiore attenzione da parte della Regione per il nostro territorio dato che con l’attuale crisi economica ha lasciato campo libero alle aziende private a cui sono concessi appalti per il taglio delle vigne di Issigilio senza curarsi delle conseguenze che hanno le loro opere di disboscamento” conclude Petto, nervosamente.

Commenti

Blogger: Veronica Rossetti

Veronica Rossetti

Leggi anche

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

IVREA. Dalla giunta del cambiamento alla giunta demo-pluto-giudaico massonica

Quando le voci cominciano a rincorrersi, insieme ai sorrisetti e ai mugugni qualcosa sotto c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *