Home / Dai Comuni / Il Sindaco Franco Prato al termine del mandato: “sono stati gli anni peggiori”
Il Sindaco Franco Prato

Il Sindaco Franco Prato al termine del mandato: “sono stati gli anni peggiori”

“Gli anni peggiori”. Così il Sindaco Franco Prato condensa questo suo primo mandato amministrativo, che sarà anche l’ultimo, siccome a maggio si tornerà alle urne e non ha intenzione alcuna di ripresentarsi, sebbene la legge gli consentirebbe di candidarsi ancora per un quinquennio. Amarezza e delusione compaiono nelle riflessioni espresse da Prato nel periodico comunale, anche in questo caso l’ultimo da lui redatto, distribuito alla popolazione sotto Natale.

Sono stati gli anni di crisi peggiori della storia recente della nostra repubblica – scrive Prato – e nonostante i primi cenni di ripresa siamo ancora in recessione. Il programma con il quale cinque anni fa ci presentammo è stato, per le condizioni economiche date, mantenuto solo per quel che riguarda le riforme a costo zero, ad esempio la trasparenza amministrativa. Si possono presentare dei buoni progetti, ma i finanziamenti, pochi ormai, arrivano sempre ai soliti noti. Avremmo potuto fare molto di pìù se si fosse potuto accendere dei mutui ma la parte del leone è stata fatta tempi addietro e questa amministrazione doveva estinguere il pregresso. Il paese cambia e nuovi residenti attratti dalla tranquillità e dalla bellissima posizione giungono a Vialfrè. Politiche di accoglienza e di coinvolgimento nelle varie iniziative si devono attuare senza recriminare se nei primi tempi non c’è partecipazione. Attenzione dobbiamo avere anche nei confronti di chi arriva da un altro paese e cerca in Italia il lavoro che spesso i nostri conterranei non vogliono più svolgere“.

Prato elenca poi le cose che non sono state fatte e andranno assolutamente realizzate. Innanzitutto la rimozione e il trasferimento in altra zona delle strutture prefabbricate in cemento armato in regione Cròsa, “noi – scrive con amarezza Prato – non ci siamo riusciti“. In secondo luogo l’ottimizzazione dei servizi in regione Pianezze e le Convenzioni con comuni omogenei per tutte le funzioni specificate dalla legge. “Vogliamo ringraziare – chiosa il Sindaco a nome dell’Amministrazione – tutti quei cittadini che attraverso il volontariato ci hanno aiutato. Un grazie anche alla Pro Loco e ai consiglieri di opposizione per il lavoro svolto in questi anni“.

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Una navetta sostituisce la ferrovia Torino-Ceres da Venaria

Dal 25 agosto la linea treno Sfma, l’ex Torino-Ceres, si ferma a Venaria; per il …

SETTIMO TORINESE. Brovarone & friends, ieri e oggi

L’amicizia vera, quella di lunga data, che resiste al tempo esiste davvero… Ivano Brovarone, nato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *